INPS e pensioni a rischio nel 2014: buco da 12 miliardi di euro.

Link Sponsorizzati:

inps

Il presidente dell’Inps, Mastrapasqua, ha dato le dimissioni ma i problemi dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale non accennano a diminuire: il Sole 24 ore, in un interessantissimo articolo, mette in luce il fatto che quest’ente è in grave difficoltà economica.

Subito dopo il sollevamento dell’incarico di Mastrapasqua, sono stati resi noti alcuni resoconti che hanno lasciato tutti i cittadini italiani senza parole: la relazione di bilancio di prevenzione 2014 ha messo in luce un buco di ben 12 miliardi di euro che si è creato soprattutto dopo l’unione avvenuta con l’ex Inpdap che, ancora adesso, naviga in bruttissime acque.

Data la situazione alquanto preoccupante, il presidente Cida, Manager e Alte professionalità, Silvestre Bertolini, ha specificato che è assolutamente necessaria una manovra per mettere a posto i conti dell’Inps; l’intervento deve essere rapido, ma soprattutto mirato a rivoluzionare l’ente dato che il futuro di tutto il nostro Paese e degli enti pubblici dipende direttamente dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

L’unica nota positiva è che, secondo le dichiarazioni del presidente Bertolini, le pensioni degli italiani non dovrebbero essere a rischio; durante gli ultimi anni infatti, e più precisamente dal 2008 al 2013, è avvenuto un aumento di introiti da parte dello Stato che ha incrementato il gettito ed è arrivato a trasferire ben 39 miliardi di euro.
In parole povere il debito dell’Inps verrà risanato dai contribuenti italiani che ogni anno versano le tasse al fisco.

Infine Bertolini ha colto la palla al balzo per dedicare un messaggio al nuovo governo: “Questo è il momento del cambiamento, un`occasione che l`Italia non può permettersi di perdere per tornare ad essere competitiva a livello internazionale”.



Commenti

comments

4 Responses to INPS e pensioni a rischio nel 2014: buco da 12 miliardi di euro.

  1. sono del 52…per motivi.di praivasi..non sto qui a dirvi il motivo per cui ho perso il mio lavoro di carellista lavorando per conserve italia..val frutta…pero ora con questa eta’ …come faccio con la pensione …il sign come si chiama li mastro pasqua o..natale non so…e’ gia’ dal 2011 che sono a spasso con famiglia..luce metano aff..mangiare..ecc..dai mo mastra..pasqua..comincia amandarmi..un po di spiccioli..

  2. sentendo i commenti di altri colleghi..iosono ancora il piu’ fabile…ancora per poco pero’..se non trovo una soluzione del mio caso..e pensare che avevo solo 14 anni quando feci il mio primo lavoro come garzone panettiere..prendendo neanche 2000 lire al mese..per finire cosi …andando ai casonetti dei mercati…f….ato..un copparese fe…b.g

  3. […] i tentativi di crescita e le promesse del nuovo governo: i disoccupati aumentano ogni giorno, le casse dell’INPS hanno un buco di svariati miliardi di euro e le persone non credono più alle parole che ogni giorno vengono proferite dai politici […]

  4. […] i tentativi di crescita e le promesse del nuovo governo: i disoccupati aumentano ogni giorno, le casse dell’INPS hanno un buco di svariati miliardi di euro e le persone non credono più alle parole che ogni giorno vengono proferite dai politici […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.