Concorsi nella Pubblica Amministrazione: arrivano 7.900 nuove assunzioni.

Link Sponsorizzati:

Sono in programma quasi 8.000 assunzioni all’interno della Pubblica Amministrazione in Italia con vari concorsi che saranno indetti da Istituzioni che comprendono i Ministeri, le Forze dell’Ordine, la Presidenza del Consiglio e diversi altri enti pubblici.

lavoro pubblica amministrazione

Tali assunzioni seguono già le migliaia effettuate nello scorso anno, mentre 1.890 nuovi inserimenti saranno effettuati entro il prossimo 2020.
Tutte le assunzioni della Pubblica Amministrazione sono state rese possibili dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 Aprile 2017 che ne permette lo sblocco, grazie ad un’iniziativa del Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan e il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia.

Le assunzioni sono andate a coprire i diversi buchi all’interno della Pubblica Amministrazione, ma sono servite anche a garantire il turnover del personale prossimo alla pensione, anche grazie ad una serie di stabilizzazioni per funzionari in possesso di contratti non stabili.
Secondo alcuni calcoli, le assunzioni dovrebbero arrivare ad un totale di 7.903 unità, e nonostante una gran parte siano state già effettuate grazie a precedenti bandi di concorso, sono ancora disponibili diversi posti di lavoro.

Alcuni siti hanno pubblicato una suddivisione esatta di tutti i posti di lavoro disponibili nella Pubblica Amministrazione in Italia, che vi riportiamo di seguito:

  • Vigili del Fuoco: 375 posti
  • Guardia di Finanza: 619 posti
  • Polizia: 1032 posti
  • Polizia Penitenziaria: 1090 posti
  • Arma dei Carabinieri: 2033 posti
  • INPS: 730 posti
  • Agenzia delle Entrate: 236 posti
  • Ministero dei Beni Culturali: 509 posti
  • Ministero dell’Economia e delle Finanze: 517 posti

I due Ministri sopracitati hanno preparato un nuovo decreto dello scorso 24 Aprile 2018 che sarà presto pubblicato anche sulla Gazzetta Ufficiale che di fatto conferma le assunzioni di 1.890 nuove risorse nel prossimo triennio su vari enti, grazie ad una serie di fondi pubblici che sono stati sbloccati grazie ad alcuni tagli. La cifra di assunzioni potrebbe anche essere ritoccata al rialzo con altre 500 unità se dalla Legge di Bilancio 2018 sarà confermata la disponibilità di ulteriori risorse economiche.
Secondo alcune fonti bene informate dovrebbe essere questa la suddivisione dei posti che si renderanno disponibili nel prossimo triennio:

  • Presidenza del Consiglio dei Ministri: 12 posti
  • Archivi Notarili del Ministero della Giustizia: 11 posti
  • Ministero della Giustizia: 318 posti
  • Ministero dell’Interno: 430 posti
  • Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: 30 posti
  • ARAN: 3 posti
  • Ministero dello Sviluppo Economico: 4 posti
  • Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: 30 posti
  • Ispettorato Nazionale del Lavoro: 4 posti
  • Avvocatura Generale dello Stato: 9 posti
  • AGEA: 9 posti
  • Agenzia delle Dogane: 946 posti
  • Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale: 2 posti
  • ANSV: 1 posto
  • Ente Parco Nazionale del Pollino: 1 posto
  • Ministero dell’Economia e delle Finanze: diversi posti, attualmente cifra non confermata

Non sono ovviamente disponibili i dettagli dei posti, ma vi saranno opportunità sia per profili dirigenziali che non, ma anche per impiegati vari come funzionari, segretari, assistenti, amministrativi e decine di altri profili.

Come Candidarsi:

Tutti gli interessati dovranno quindi attendere la pubblicazione dei bandi di concorso che potrebbe avvenire nei prossimi mesi a seconda dei vari enti coinvolti, in ogni caso vi mettiamo a disposizione un po’ di documentazioni ufficiali che potranno esservi utili per farvi un’idea dei posti che si renderanno disponibili.

Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *