Al via il Reddito di Cittadinanza per gli immigrati: dall’Inps sino a 5000€.

Mentre si contano le difficoltà per le famiglie italiane sembra che sia in arrivo un Reddito di Cittadinanza per ogni immigrato extra comunitario presente nel nostro Paese.

carta reddito di cittadinanza 2019

Un sussidio di 5.000 euro a testa, secondo quanto si legge sul sito dell’INPS – Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, attraverso una circolare che riporta la data del 3 dicembre.

Secondo alcune fonti tale circolare sarebbe confermata anche all’interno dei decreti dove viene sancita la documentazione per poter richiedere il Reddito di Cittadinanza. L’INPS, infatti, prevede che la carta del Reddito di Cittadinanza possa essere normalmente rilasciata e Poste Italiane sarà incaricata di ricaricare le tessere anche delle mensilità antedecenti al rilascio, in base alla data della presentazione della domanda.


Calcolando circa 780 euro al mese a testa, e calcolando che le domande sono partite più o meno tutte ad Aprile 2019, ogni immigrato riceverà un arretrato di circa 5.000 euro a testa. Per quanto riguarda la documentazione da presentare, la stessa riguarda solo alcuni paesi come Bhutan, Corea, Figi, Hong Kong, Giappone, Islanda, Kosovo, Kirghizistan, Kuwait, Malaysia, Nuova Zelanda, Qatar, Ruanda, Repubblica di San Marino, Santa Lucia, Singapore, Taiwan, Tonga, Svizzera. Per i cittadini degli altri paesi dell’Africa, ad eccezione della citata Ruanda, non occorrerà presentare alcuna documentazione, basterà compilare la domanda. Nell’assurdità della circolare INPS si legge quindi che malesi, coreani, giapponesi e cittadini di Singapore, Hong Kong e Taiwan dovranno presentare una documentazione completa, ma si tratta di paesi da cui arrivano zero flussi migratori, mentre per decine di paesi da cui arrivano centinaia di migliaia di migranti, il controllo sarà quasi zero.

Considerando che l’INPS è l’ente che si occupa di pagare le pensioni ai cittadini italiani e da anni dichiara numerose difficoltà, con un futuro davvero poco roseo per i giovani italiani che vedono la pensione come un sogno, la situazione sembra davvero grave e assurda.
Fonte Inps
Se avete dubbi, potete consultare il link che porta direttamente al documento ufficiale presente all’interno del sito dell’Inps: al suo interno troverete tutte le informazioni necessarie a togliervi qualunque dubbio.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/newslavoro.com/htdocs/wp-content/themes/MaxiMagazine/functions.php on line 178