Arriva la nuova truffa per gli automobilisti: ecco di cosa si tratta.

Link Sponsorizzati:

raccomandata AR truffa

Sono ancora una volta gli automobilisti italiani sotto attacco da parte di truffatori. Stavolta la truffa parte direttamente dalla Croazia attraverso uno stratagemma che punta a derubare gli ignari possessori di auto in Italia tramite un sistema attraverso cui viene inviata una falsa multa a casa per un mancato pagamento di parcheggio su strisce blu.

L’automobilista multato viene quindi pregato di pagare la multa per mancata esposizione del tagliando del parcheggio attraverso un bonifico bancario, e per rendere il tutto più credibile ed “ufficiale”, sono citati anche i nomi di alcuni avvocati e notai.
Se però si controlla la multa con maggiore attenzione si scoprirà che essa è totalmente falsa: la targa dell’autoveicolo non corrisponde, ma solo il modello ed il colore e spesso il luogo dell’infrazione corrisponde alla città d’appartenenza, ma è scelto abbastanza casualmente e potrebbe risultare in una strada mai visitata.

Anche la provenienza della busta, solitamente una città croata, deve far suonare più di qualche campanello d’allarme, poichè una multa italiana non può essere pagata all’estero.
Se doveste ricevere una multa del genere, non pagate, ovviamente, e segnalate tutto alle forze dell’Ordine: la Polizia Postale è al lavoro per cercare di scoprire i truffatori e fermare il diffondersi di queste multe false che stanno tormentando la vita dei poveri automobilisti italiani.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.