Banche e risparmio: in arrivo il prelievo forzoso su tutti i conti correnti?

Link Sponsorizzati:

prelievo forzoso

Una grave minaccia incombe su tutti i risparmiatori. La minaccia arriva dal documento segreto della Commissione Europea e della Bce la quale prevede che azionisti, detentori di obbligazioni e correntisti bancari dovranno intervenire in eventuali salvataggi bancari.

Si tratta del “prelievo forzoso in banca”, di cui si era già discusso nell’autunno del 2013, quando il Fondo monetario internazionale ha sostenuto che il prelievo forzoso una tantum del 10% dei conti correnti dei Paesi dell’Eurozona sarebbe uno strumento molto utile per riportare il debito ai livelli precedenti la crisi. Nel corso di questi anni,è stata avanzata una proposta dalla Bundesbank, ovvero la Banca centrale tedesca, nei confronti dei Paesi europei in difficoltà, ovvero quella di imporre la patrimoniale per poter recuperare denaro senza far peso sugli altri e dunque senza dover chiedere denaro ad altri.

L’estate scorsa, proprio il governo tedesco di Berlino, ha approvato una nuova legge, che prevede proprio il prelievo forzoso dai depositi, visto questo come strumento per risolvere le crisi bancarie. Nello specifico, la Germania, non ha fatto altro che anticipare quella che si appresta ad essere una legge che presto l‘organismo comunitario del Single resolution mechanism si preparerà ad adottare a livello europeo proprio per gestire le crisi del credito.

A tal riguardo, l’economista Claudio Borghi Aquilini, che da pochi giorni è il responsabile economico della Lega Nord, ha dichiarato: «Prima le tabelle dell’Fmi, poi la raccomandazione della Bundesbank che suggeriva di “travestire” il prelievo forzoso da redistribuzione di ricchezza e, infine, il documento della Commissione.  Lo Stato tedesco ha aiutato le proprie banche, gli italiani si sono svenati con il Fondo salva-Stati per evitare il naufragio delle banche spagnole e, adesso che abbiamo pagato la nostra polizza assicurativa, scopriamo che la copertura è inesistente».



Commenti

comments

6 Responses to Banche e risparmio: in arrivo il prelievo forzoso su tutti i conti correnti?

  1. Da tempo sapevo di queste notizie ,lette su YouTube. spero che i politici prendono delle decisioni serie per il nostro paese….no che adesso tutti danno le dimissioni, ci siete candidati avete fatto i comodi della BCE e adesso ci dovete togliere dai guai

  2. Non riesco a capire quanto la notizia sia vecchia e se fatta solo per fare un favore a Cladio Borghi, esponente politico di na nota forza antieuropeista;

    tuttavia c’è da dire che da parecchio tempo i Governi si preoccupano più di salvare le banche che i propri concittadini.

    Almeno in Italia dove non esiste alcuna forma di Reddito di Cittadinanza per chi non riesce a trovare lavoro, o per chi pur lavorando si trova sotto la soglia della povertà.

  3. Elena ha detto:

    Ma perchè i POLITICI non annullano i loro VITALIZI, i previlegi, le macchine, aerei blu. E lasciano i loro soldi sui c/c italiani anzichè portarli in Svizzera o nei paradisi fiscali? Non si raccoglierà tanto quanto il prelievo che intendono fare, speriamo di no, anche se ho poco, ma per me è molto, però almeno finirà questa VERGOGNA delle loro arroganze e dei lazzaroni che compongono l’ESERCITO DEI POLITICI, che SCHIFO che fanno….

  4. alessio ha detto:

    Sono davvero schifato da questa notizia sul prelievo forzoso sui poveri correntisti la soluzione sarebbe di allegerire i costi della politica e fare un bel prelievo forzoso su stipendi e pensioni d’oro dei signori politici.
    Visto che ci troviamo in questa situazione da loro provocata e bene che chi ha sbagliato paghi.

  5. ivoi ha detto:

    la popolazione non ah ancora capito che non andando a votare diamo la posibilita che vincano sempre loro perche i politici vanno tutti a votare

    anno interesse e ci fregano sempre

  6. giovanni ha detto:

    Siamo veramente alla frutta.Ci hanno portato al livello della Russia di Stalin e della Corea del nord.Tutto questo serve per conoscere di quanto possono ancora derubarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.