Come diventare Poliziotto.

Link Sponsorizzati:

lavoro polizia

Ultimamente i giovani, complici anche alcune serie tv di successo come Il Commissario Montalbano, sono sempre più incuriositi dal mondo delle forze dell’ordine e spesso si chiedono come diventare poliziotto in Italia e quali sono i requisiti che bisogna avere e se ci sono o meno test da superare.
>Ritenuto fino a qualche anno fa una prerogativa maschile, oggi il lavoro del poliziotto viene svolto anche da donne e da ragazze che, dopo aver concluso il percorso di studi, decidono di intraprendere una carriera al servizio della comunità e, nello stesso tempo, ricca di azione.
Ma cosa occorre per diventare poliziotto? Ecco quali sono i passi fondamentali da fare.

1.Vincere il concorso pubblico

In Italia, se si vuole diventare poliziotto, per prima cosa occorre vincere il concorso pubblico che viene bandito ogni anno dalla Gazzetta Ufficiale e che dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2018 sarà aperto anche ai cittadini provenienti dalla vita civile.
Si tratta di una grande novità per quanto riguarda questo campo, perché prima del 2016 potevano accedere solo le persone che avevano già prestato servizio volontario nelle forze armate per almeno un anno, quindi la marina, l’esercito e l’aeronautica.

Superato il concorso, il candidato dovrà sostenere diverse prove di esame: la prima consiste in un questionario a scelta multipla con domande su argomenti di cultura generale, conoscenze linguistiche e competenze informatiche di bae.
Successivamente gli aspiranti poliziotti che passano questo primo test devono sostenere una prova di attitudine fisica, dove dovranno dimostrare la loro efficienza a livello fisico, psichico e attitudinale.
Entrambi i test si svolgono presso un Commissariato che si trova a Roma.

Per conoscere i risultati delle prove e sapere se si è ammessi o no alle Scuole di Polizia, bisogna aspettare la pubblicazione della graduatoria finale e, solo in quel caso e solo se si rientra tra i posti da assegnare, si accede finalmente al corso di formazione per diventare poliziotti.

2.Corso di formazione per diventare poliziotti: quanto dura e dove si svolge

Questo corso, che si tiene in una delle Scuole di Polizia disseminate sul territorio italiano, dura 12 mesi e si occupa di formare gli agenti che entreranno poi in servizio in una delle sedi della provincia di origine, di residenza o limitrofe.
I poliziotti, oltre ad essere impiegati nell’ambito della sicurezza stradale, possono essere assegnati anche al reparto mobile, dove sono presenti agenti formati appositamente per operazioni ad alto rischio, a quello ferroviario e a quello marittimo.

3.Diventare poliziotto: quali sono i requisiti che bisogna avere

Per diventare poliziotto è necessario essere in possesso della cittadinanza italiana e godere dei diritti politici. Inoltre, anche se spesso capita di trovare agenti di polizia che prestano servizio da diversi anni, per poter accedere alle Scuole di Polizia e al corso di formazione bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni.
Il candidato, oltre ad essere dotato della giusta idoneità fisica, psichica e attitudinale per lavorare nelle forze dell’ordine, deve avere il diploma di scuola secondaria di primo grado e non dev’essere un pregiudicato.

Con ciò vuol dire che non dev’essere mai stato espulso dalle forze armate, dai corpi militarmente organizzati o dai pubblici uffici. In più non deve aver riportato condanne per delitti non colposi e non dev’essere stato sottoposto a misure di sicurezza o di prevenzione.
Da ultimo, ma non meno importante, anche la statura costituisce un requisito che viene preso in esame per diventare poliziotti: gli uomini infatti devono essere alti almeno 165 centimetri, mentre le donne almeno 161 centimetri.

Si tratta in apparenza di una richiesta piuttosto velleitaria, ma che in realtà nasconde un’esigenza pratica: spesso può capitare che al poliziotto venga richiesto di bloccare dei malintenzionati a terra per arrestarli oppure di dover fermare, dopo un inseguimento a piedi, un potenziale sospettato, quindi un’altezza media o considerevole è necessaria per impedire che il criminale fugga o che riesca a prevalere sull’agente.

Quanto guadagna un poliziotto italiano: gli stipendi in vigore dal 2016

Passiamo adesso a vedere un altro lato pratico, ma sicuramente interesserà di più del requisito della statura: gli stipendi dei poliziotti in Italia.
Un poliziotto fresco di Accademia, proprio perché sta ancora seguendo una formazione, non è ancora operativo ed è affiancato da un collega più esperto che gli insegna i trucchi del mestiere, percepisce lo stipendio più basso: appena 800 euro al mese.
Un agente scelto può guadagnare una cifra tra i 1250 e i 3350 euro, mentre un assistente può arrivare a percepire una somma tra i 1450 e i 3350 euro.

La faccenda inizia a farsi più interessante per chi ricopre i ruoli di vice-sovrintendente, di sovrintendente, di vice-ispettore e di ispettore: i primi due infatti possono portare a casa uno stipendio tra i 1500 e i 3450 euro, mentre i secondi tra i 1700 e i 3500 euro al mese.
Come vengono calcolati gli stipendi? In genere gli aumenti scattano con gli anni di servizio: il primo avviene dopo 17 anni, il secondo dopo 27 e il terzo dopo 32 anni.

Cosa bisogna fare per accedere ai gradi superiori di polizia: i requisiti fondamentali

Per accedere ai gradi superiori di polizia, come l’ispettore e il vice-ispettore, non bisogna avere più di 32 anni (questo requisito vale per gli aspiranti che provengono da un concorso esterno). Inoltre è necessario avere il diploma di maturità per gli ispettori e la laurea specialistica per i commissari.

Se invece si è in possesso di una laurea triennale o magistrale, si può aspirare a ricoprire alcuni ruoli tecnici che si possono svolgere all’interno del corpo di polizia, come ad esempio il medico legale, il biologo, il chimico, l’architetto, il poliziotto scientifico, il tecnico di laboratorio o lo scienziato forense.
In questo caso, oltre al questionario a risposta multipla e a tutti i test richiesti dal concorso per diventare poliziotto, si dovrà superare anche un esame riguardante la propria specializzazione.

Scuole di Polizia in Italia: dove si trovano

In Italia sono presenti diverse Scuole di Polizia, dove vengono addestrati non solo gli allievi che hanno vinto il concorso pubblico, ma anche le persone che appartengono già al corpo della Polizia di Stato e che sono chiamati a svolgere delle attività, di diversa durata e difficoltà, in base al ruolo che devono ricoprire.
QUI trovate la lista completa dei centri di formazione per diventare poliziotti.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.