Hai fatto il vaccino Astrazeneca? Il Codacons propone un rimborso sino a 10.000€.

La polemica riguardante il vaccino Astrazeneca sta animando la discussione politica e non solo.

enel condannata modulo rimborso iva

La confusione nata su tale vaccino sta creando non pochi problemi al progetto di somministrazione dei vaccini: prima solo agli over 60, poi decine di open day per i giovani in tutta Italia, ed ora il nuovo stop imposto dal Generale Figliuolo e l’inizio sulla discussione riguardante le secondi dosi.

Il Codacons, in maniera provocatoria, ha lanciato un’azione collettiva di risarcimento che permette una richiesta di 10.000 euro per tutti gli under 60 che hanno ricevuto una dose del vaccino Astrazeneca. Seppur le possibilità per cui lo Stato eroghi un rimborso del genere sono quasi nulle, tutto ciò potrebbe fare luce sulla confusione da parte di chi di dovere riguardante questo argomento.
Marco Ramadori, attuale Presidente del Codacons, ha però chiarito: “voglio subito precisare che tale azione non ha nulla di “no vax” ed altre amenità simili, ma vogliamo chiarezza e sicurezza da parte dello Stato sul piano vaccinale. Noi vogliamo che il piano vaccinale proceda spedito, ma è inaccettabile che lo Stato diffonda notizie e prenda decisioni contraddittorie a distanza di pochi giorni”.

La richiesta di risarcimenti è però reale, come già fatto in passato per i concerti e gli spettacoli annullati in seguito alla pandemia. Tutti gli interessati che vogliono cimentarsi e provare a richiedere questo risarcimento possono effettuare una registrazione presso questa pagina, dove è presente un modulo per l’invio della diffida e della richiesta risarcimenti.

Ancora Ramadori: “i moduli messi a disposizione sono chiari: tutti possono presentare la richiesta, anche in assenza di conseguenze fisiche dovute ai presunti effetti collaterali del vaccino Astrazeneca. La legge prevede un indennizzo fino a 10.000 euro per chi subisce problemi di salute, menomazioni o danni in seguito agli effetti collaterali di un vaccino, ma la nostra intenzione è di chiedere risarcimenti anche per tutte le persone ora spaventate e che stanno vivendo nel timore di ammalarsi o ricevere uno degli effetti collaterali paventati dal vaccino. Per non parlare poi dei problemi psicologici, dell’ansia e della tensione che sta coinvolgendo tutti coloro che hanno paura di ricevere una seconda dose di un vaccino differente.

Articoli che potrebbero interessarti:

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button