Lavorare nei Beni Culturali: si assumono 627 disoccupati in Italia.

Link Sponsorizzati:

lavoro beni culturali

E’ stato indetto un nuovo concorso pubblico al fine di selezionare una serie di risorse da inserire in dei corsi di formazione per i Beni Culturali. Il concorso si rivolge a candidati disoccupati in possesso di un qualsiasi titolo di studio e si propone di selezionare 627 unità.

Il concorso è stato indetto dalla regione Calabria al fine di ridurre il tasso di disoccupazione della zona attraverso l’inserimento dei disoccupati in percorso di stage e corsi di formazione composti da attività in aula e on the job.
Tutti i candidati riceveranno un contributo di rimborso spese di 400 euro al mese per i corsi e 600 euro al mese per i tirocini che saranno erogati grazie ai fondi stanziati dalla regione, una cifra che si aggira intorno ai 3 milioni e mezzo di euro.

Sono disponibili i seguenti corsi e tirocini, così suddivisi:

  • Corsi di formazione per Addetto ai Servizi Ausiliari con diploma di maturità e per Operatore Addetto alla Custodia Viglianza ed Accoglienza, sempre con diploma di maturità
  • I tirocini hanno una durata di un anno e si rivolgono a candidati in possesso di una laurea in Archeologia, Architettura, Ingegneria, Geologia, Scienza e Tecnologia dei Beni Culturali o qualsiasi qualifica equiparabile alle suddette.

Tutti i candidati devono rispettare i seguenti requisiti obbligatori per poter partecipare al concorso:

  • possesso del titolo di studio indicato nei requisiti specifici dei corsi
  • possesso di una disoccupazione certificata come previsto dalla legge, dimostrando di aver però firmato un patto con il Centro per l’Impiego della regione Calabria
  • non avere alcun impedimento ad essere assunti presso una Pubblica Amministrazione e non esserne stati licenziati in passato
  • non avere ricevuto alcuna condanna penale e non essere sotto processo per nessun tipo di reato se non colposo

I corsi e i tirocini si svolgeranno in una serie di luoghi diversi che variano a seconda dei casi. Qui di seguito l’elenco dei soggetti dove si svolgeranno:

– Agenzie formative accreditate alla Regione Calabria;
– Segretariato Regionale MIBACT per la Calabria;
– Soprintendenza per le Belle Arti ed il Paesaggio della Calabria;
– Soprintendenza Archeologia della Calabria;
– Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria;
– Polo Museale Regionale con i Parchi;
– Aree Archeologiche;
– Gallerie di Arte Antica e monumenti afferenti;
– Archivi di Stato di Reggio Calabria, Vibo Valentia e Cosenza;
– Biblioteca Nazionale Universitaria.

Il termine di scadenza del concorso è stato ufficialmente prorogato dagli organizzatori del corso, termine ultimo oltre il quale non saranno più accettate domande di iscrizione al concorso.
La regione Calabria ha messo a disposizione sul suo sito ufficiale il testo integrale del bando di concorso dove è possibile reperire tutte le informazioni aggiuntive e chiarire ogni dubbio, in ogni caso è possibile visitare questo link in modo da poter consultare tutti gli avvisi disponibili per il concorso per i Beni Culturali.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

One Response to Lavorare nei Beni Culturali: si assumono 627 disoccupati in Italia.

  1. SIMONA CUSCUNA' ha detto:

    BUONGIORNO,
    STO CERCANDO UN’OCCUPAZIONE,GRAZIE.
    CORDIALI SALUTI
    SIMONA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.