Lavorare nei Porti: arrivano 435.000 nuove assunzioni in Italia.

Link Sponsorizzati:

L’Istituto di ricerca Eurispes ha annunciato un imponente piano di riqualificazione di un Porto Italiano che permetterà la costruzione di un hub centrale, il quale garantirà la fornitura di ottimi servizi ed infrastrutture per un investimento di circa 5 miliardi di euro.

lavoro porti italiani

Secondo le stime, un tale investimento corrisponderà anche grandissimi risvolti per l’occupazione con circa 435.000 posti di lavoro che potrebbero essere assegnati una volta che tutta la struttura sarà andata a pieno regime.

Il progetto Eurispes prevede la costruzione di un’enorme piattaforma che sarà collegata con la costa e permetterà la formazione di una baia di tre chilometri che ospiterà 200 barche destinate agli sport acquatici.
Ma non solo: il progetto permetterà di operare una riqualificazione della foce del fiume Oreto e di tutta la costa sud orientale di Palermo che porteranno ad una grande spiaggia, piste ciclabili, impianti sportivi ed un grande parco cittadino dove saranno presenti anche negozi e ristoranti. Il nuovo Porto di Palermo ospiterà inoltre 9 chilometri di banchine con alle spalle un grande albergo, vari uffici ed un parcheggio multipiano per ospitare i visitatori.

Come detto, i lavori costeranno circa cinque miliardi di euro che saranno pagati tramite capitali privati, con la collaborazione del Ministero delle Infrastrutture, il Comune di Palermo e la Regione Sicilia.

Come Candidarsi:

Trattandosi di un progetto ancora non ufficializzato, bisognerà attendere l’inizio dei lavori del progetto Eurispes per poter iniziare a ragionare su eventuali date di fine lavori e domande di candidatura per i vari posti che si renderanno disponibili. Restate quindi in attesa, non esiteremo ad aggiornarvi sulle novità riguardanti l’imponente progetto Eurispes per la riqualificazione del Porto di Palermo.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.