Un distributore di benzina su 4 è irregolare: ecco come truffano.

Link Sponsorizzati:

truffa benzinai

Da quanto emerso dalle ispezioni della Guardia di Finanza, sembra che un distributore di benzina su quattro sia irregolare.Le ispezioni sono state effettuate su circa 900 pompe di carburante sul territorio nazionale per lo più presenti nelle zone balneari e montane,e sul totale sono stare riscontrate irregolarità su circa 250 stazioni.

Una volta emerso questo dato sconcertante, la Procura della Repubblica ha immediatamente disposto il sequestro dei 354 litri di carburante, oltre ad essere partita una denuncia per 24 persone, ovvero i responsabili degli impianti. Sostanzialmente, le anomalie sono state riscontrate sia sul prezzo che sulla miscelazione delle sostanze.Riscontrate, inoltre, circa 450 venditori abusivi, ovvero senza alcuna licenza e permessi previsti dalla normativa commerciale e di sicurezza; i controlli hanno permesso di venire a conoscenza anche di 1.400 venditori che hanno adempiuto agli obblighi fiscali.

“I metodi per truffare il cliente esistono e sono un’abitudine che danneggia i clienti, ma anche chi lavora onestamente e possono essere divisi in quattro categorie”, ha raccontato un benzinaio.

Ecco elencate le principali truffe che potrebbero essere messe in atto dai benzinai:

* Manomissione del distributore.
Sostanzialmente viene manomesso il distributore, che in questo caso emette meno carburante di ciò che risulta al cliente.
* Il fermo alla pistola.
Viene fatto rifornimento alla prima auto, e il benzinaio può mettere il fermo alla pistola, per poi riattivarla nella seconda macchina.Con questo sistema si arriva a rubare circa 200-300 euro al giorno

* La benzina annacquata.
Alla benzina vengono aggiunti litri di olio esausto.Risulta essere un sistema poco usato, perchè le conseguente sono immediate sull’auto.
* La benzina a nero.
Il carico viene venduto ad un terzo del costo, circa 50 centesimi a litro.
Ovviamente, come già detto, tantissimi benzinai continuano ad operare nella massima onestà e chiarezza nei confronti dei propri clienti.
Fonte



Commenti

comments

4 Responses to Un distributore di benzina su 4 è irregolare: ecco come truffano.

  1. marco ha detto:

    avete omesso la truffa più importante!
    La benzina con meno ottani fatta passare per 95 ed invece ne contiene 85 scarsi, venduta al prezzo di quella normale. Te ne accorgi perché il pieno termina dopo appena 350 km. Succede anche in Svizzera.

  2. Corallo Giuseppe ha detto:

    quanti disonesti in Italia siamo proprio circondati da tutti i lati, bisogna scappare da questo paese infame la gente onesta riceve oltre la beffa anche l’inganno perchè umile.

  3. raffaello ha detto:

    che c’è di strano anno imparato dal nostro governo

  4. salvatore ha detto:

    questi truffatori di benzina ci sono anche a sassuolo nella provincia di modena,una volta sono andato a fare benzina è per curiosità ho calcolato il costo della benzina moltiplicando per quanti litri di benzina,il risultato è che si sono fregati 0,10 centesimi di euro,voi dite che sono una miseria,ma pensate una cosa,calcolate questi 0,10 centesimi di euro per ogni macchina che fa’ benzina,il risultato è che ha ricavato in un mese un migliaio di euro….!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.