Arriva il nuovo Assegno 2017: ecco come Ottenere il Sussidio di 448€ mensili

Link Sponsorizzati:

nuovo assegno sociale 2017

Sono anni duri in cui lo Stato sta cercando in diversi modi di aiutare persone e famiglie in difficoltà attraverso l’erogazione di sussidi ed incentivi. Il più noto è l’Assegno Sociale, presente dal 1 Gennaio 1996, che prevede l’erogazione di un importo mensile fisso attraverso l’Istituto di Previdenza Sociale INPS che si occupa delle questioni burocratiche.
Per richiedere l’Assegno Sociale 2017 occorre rispettare alcuni requisiti e presentare la domanda in maniera precisa. Precisiamo subito che tale sussidio è dedicato solo alle persone che hanno delle condizioni economiche particolarmente disagiate e che devono presentare tutta la documentazione sul reddito (anche sommato a quello di un eventuale coniuge).

Vediamo i requisiti preliminari dell’Assegno Sociale 2017:

  • età di 65 anni e 7 mesi
  • cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea
  • residenza in Italia (per gli stranieri almeno 10 anni continuativi)
  • reddito non superiore a 5824,91 euro all’anno o 11.669,82 euro all’anno se coniugati

L’Assegno Sociale 2017 prescinde dal versamento dei contributi pensionistici e non va confuso con altre misure come ad esempio l’assegno mensile di assistenza, una misura pensata e dedicata ai soli invalidi civili. Il sussidio è da ritenersi provvisorio e viene erogato finchè i requisiti sono rispettati, diversamente viene terminato in maniera veloce.
Il sussidio prevede 13 mensilità di 448,07 euro ma può essere ridotto a seconda dei casi, sempre riguardanti il reddito. La cifra intera è prevista per tutte le persone che non hanno alcun reddito o, se coniugati, che non superino l’ammontare annuale dell’assegno stesso.

Per calcolare il reddito familiare e controllare se i requisiti sono rispettati bisogna considerare anche i redditi esenti da imposta, assoggettabili all’Irpef al netto di imposizione fiscale e contributiva, vincite derivate da concorsi dello stato, pensioni di guerra o erogate da stati stranieri, vitalizi, assegni alimentari o qualsiasi sussidio dedicato ad invalidi.
Nel calcolo del reddito non vanno calcolati invece il reddito della propria abitazione, le indennità di accompagnamento per invalidi civili, assegni dedicati ad ex combattenti della guerra del 1915-1918 o qualsiasi arretrato di lavoro dipendente all’estero.

Per fare domanda per l’Assegno Sociale 2017 ci sono diverse modalità, anche se vi consigliamo di procedere attraverso il sito ufficiale dell’INPS:

  • Sito Web dell’Istituto di Previdenza Sociale con accesso tramite PIN
  • Call Center INPS – 803 164 numero verde gratuito o 06164164 da dispositivi mobili
  • CAF o Patronati dell’INPS

Si ricorda di presentare nel momento della domanda una serie di documentazioni che prevedono l’autocertificazione di tutti i dati personali, la dichiarazione dei propri redditi considerando tutto quanto descritto precedentemente e la dichiarazione di responsabilità se è presente un ricovero in un qualsiasi istituto la cui retta è da considerarsi a carico dello Stato.
In caso di ricovero, infatti, l’Assegno Sociale può subire una riduzione del 50% se la retta dell’istituto è a totale carico dello stato, mentre è ridotto del 25% se la retta è pagata dalla persona e non supera l’importo della metà dell’Assegno Sociale.
E’ possibile che la domanda venga rifiutata dall’INPS, in questo caso è possibile ricorrere al Comitato Provinciale dell’INPS entro 3 mesi dalla ricezione della lettera di rifiuto, dove sono pubblicate le ragioni del rigetto della domanda stessa.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *