Autista di Autobus: cosa fa, requisiti e mansioni, stipendio e carriera.

Il trasporto pubblico e privato di passeggeri ha bisogno di un professionista in gamba, l‘autista di autobus.

autista autobus cosa fa lavoro stipendio

Lui porta turisti, lavoratori, cittadini e studenti da un capo all’altro della città e da un paese all’altro utilizzando un bus che può essere di linea, urbano o extraurbano. Segue il percorso prestabilito utilizzando anche navette e autobus per viaggi organizzati.

Giornata tipo di un autista:

L’autista di autobus del settore pubblico percorre la stessa tratta tutti i giorni rispettando le fermate e e viaggiando da un capolinea all’altro secondo i diversi orari. Ad ogni fermata il conducente dovrà accertarsi che tutte le persone in prossimità della porta siano scese, mentre nel frattempo ve ne sono altre che salgono da un’altra portiera del bus. Anche questi passeggeri devono essere controllati dall’autista grazie a dei dispositivi disponibili sulla consolle di guida. Inoltre, è sempre l’autista che deve segnalare il numero dell’autobus e la sua destinazione all’esterno del mezzo oltre ad assicurare una temperatura giusta all’interno, che sia gradevole per tutti.

Ma non esistono solo i conducenti pubblici, infatti ci sono pure quelli privati come l’autista di scuola-bus che carica gli studenti al mattino nelle varie fermate e li porta a scuola; poi nel pomeriggio, quando la scuola è finita, li riporta a casa. Anche questo autista deve assicurare un buon servizio a tutti i ragazzini aiutando per esempio i più piccoli ad attraversare la strada o a scendere e salire dal bus.
Un’altra tipologia di autista di autobus è quello che lavora per eseguire viaggi di lungo percorso che possono essere nazionali oppure anche internazionali. Questi pullman vengono di solito prenotati da agenzie di viaggio oppure dalla scuola stessa per le gite scolastiche. L’autista in questo caso dovrà essere molto prudente nel condurre il bus e dovrà aiutare con i bagagli oltre a dormire fuori casa se l’itinerario è piuttosto lungo.

Ci sono delle compagnie che mettono a disposizione navette e transfer per portare i passeggeri dalle stazioni agli aeroporti o alle fiere e così via. Inoltre, non mancano pure dei bus turistici che offrono tour panoramici fermandosi nei luoghi più interessanti come piazze e monumenti o musei. In effetti, nel settore del turismo anche l’autista di autobus è tenuto a dare una qualche informazione o indicazione sulla città o località visitata usando il microfono, nei momenti in cui manca la guida turistica.

Forse non tutti sanno che…

L’autista dell’autobus svolge un lavoro in cui si ritrova sempre alla guida, magari nel traffico, e con orari da rispettare! Infatti, non tutti sanno che ci sono dei turni di lavoro e delle pause per riposarsi. Viene richiesta una flessibilità nel caso di lunghe tratte oppure nel caso di week-end o linee serali e notturne. Inoltre, è sempre il conducente del bus che deve essere responsabile delle persone che trasporta e assicurare una guida corretta per rispettare il Codice della strada.
Non sembra, ma è proprio il conducente che deve curare l’autobus che gli viene dato in consegna per quel giorno o per quel turno. Deve pulirlo e metterlo in ordine prima di iniziare il lavoro e deve anche controllare che riscaldamento, aria condizionata e illuminazione siano funzionanti, così come le porte che devono chiudersi ed aprirsi correttamente. In generale, deve garantire che l’autobus sia completamente efficiente.
Tra le mansioni dell’autista di autobus rientra anche la vendita del biglietto ai passeggeri che ne sono sprovvisti e che richiedono l’acquisto sul mezzo.

Cosa serve per lavorare come autista di autobus

Per essere assunti come autisti di autobus bisogna avere la patente D oppure la patente D e E, oltre all’Abilitazione per trasportare le persone cioè la Carta di qualificazione del conducente.

Bisogna sapere il Codice della strada e la meccanica del veicolo per eventuali riparazioni se l’autista si sente in grado di farle. Conoscere bene la zona della tratta, quindi strade e piazze della città e per finire bisogna sapere anche una lingua straniera nel caso in cui l’autista del bus debba rispondere alla richiesta di informazioni o indicazioni da parte di passeggeri e turisti stranieri.
Deve avere nel complesso una buona educazione, controllare lo stress, essere prudente, puntuale e concentrato nella guida.

La formazione

Per quel che riguarda la formazione di un conducente di autobus saranno proprio le agenzie di trasporto che dovranno occuparsi dell’inserimento e della pratica. Nel periodo iniziale tutti gli autisti appena assunti sono affiancati da altri autisti o colleghi che hanno maggiore esperienza. Questi ultimi offrono assistenza e aiuto al neo assunto.

La carriera

Per l’autista di autobus sono necessarie le patenti e le abilitazioni e in men che non si dica riuscirà a trovare lavoro presso società di trasporti, auto servizi, sia pubblici che privati. Potrebbe quindi diventare il conducente di bus per il trasporto in città oppure per il trasporto fuori città o su pullman internazionali e nazionali.
Anche qui, come in qualunque altro settore, l’autista può specializzarsi, per esempio nella guida di navette o mini bus, scuola- bus, accompagnamento disabili o anziani oppure diventare l’autista per il noleggio di pullman e così via.
Mentre per quel che riguarda la carriera è giusto sottolineare che con esperienza e bravura l’autista di autobus potrebbe aspirare a Capo Movimento che sarebbe colui che controlla e gestisce gli altri autisti oltre a verificare le uscite e le entrate dei bus, compilare i turni.

Infine, lo stesso autista potrebbe diventare Coordinatore del trasporto pubblico capace quindi di programmare le linee e gestire le attività necessarie per un servizio regolare.
Per tutti coloro che amano guidare, soprattutto pullman, autobus e corriere questa è la professione giusta, un posto di lavoro sicuramente stabile nonostante sia ripetitivo.
Potrebbe essere un’occupazione stressante per colpa del traffico, faticosa per il rispetto dei turni, ma ci sono degli ottimi guadagni che fanno da contrappeso. Infatti l’autista di autobus potrebbe scegliere una maggiore indennità o degli extra nel caso di lavoro festivo e notturno.

Lo stipendio di un classico autista di autobus

La retribuzione del conducente di bus parte da un minimo di 1100 Euro al mese fino ad arrivare ai 2300 Euro netti al mese e anche di più.
La paga più bassa si riscontra con l’autista base per l’autobus di città quindi urbano, invece lo stipendio più alto è quello dell’autista che guida le corriere granturismo.
È bello pensare che un semplice autista di autobus tradizionale con vent’anni di esperienza guadagna circa 1800 Euro al mese, di conseguenza può essere davvero uno sbocco lavorativo di notevole interesse.

Come Trovare Lavoro:

Per poter lavorare come Autista di Autobus, potete fare riferimenti ai Concorsi Pubblici e a tutte le aziende private che cercano Autisti in Italia.

Articoli che potrebbero interessarti:

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button