Bonus 2017 per Donne Disoccupate: ecco come ottenerlo.

Link Sponsorizzati:

inps bonus giovani

La Legge di Bilancio 2017 ha introdotto una notevole serie di bonus e agevolazioni per diverse situazioni di difficoltà per disoccupati, giovani o donne, fornendo sussidi, ma contemporaneamente inserendo le persone in un percorso di reinserimento nel mondo del lavoro attraverso i Centri per l’Impiego.

Anche per il 2017 sono stati confermati i bonus per le donne disoccupate sottoforma di agevolazioni per le aziende che assumono donne al sud o in tutti i settori dove c’è il 25% di disparità occupazionale tra uomini e donne.
I datori di lavoro potranno quindi usufruire dei bonus sotto forma di sgravi contributivi che possono arrivare fino ad 8000 euro per ogni donna assunta in determinati territori.

Il bonus non è per tutti, ma anche in questo caso ci sono dei particolari requisiti da seguire: le donne possono usufruire del sussidio solo se disoccupate da almeno 2 anni o solo 6 mesi se residenti in particolari zone svantaggiate.
Lo sgravio contributivo è molto simile a quello previsto dalla Legge Fornero del 2012 ed è per tutti i contratti a tempo determinato o di somministrazione e tendono ad aumentare in casi di contratti a tempo indeterminato.
Riassumiamo nello schema seguente:

  • Tempo determinato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 1 anno
  • Tempo indeterminato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 1 anno e mezzo
  • Stabilizzazione di un contratto da determinato a indeterminato: prolungamento della riduzione fino a 1 anno e mezzo

Se le assunzioni riguardano particolari aree territoriali o lavori dove c’è una grande disparità di genere, i bonus possono essere maggiori a seconda dei casi.
Potete ottenere maggiori informazioni collegandovi direttamente sul sito ufficiale dell’INPS.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *