Canone Rai arriva in bolletta: ecco come non pagarlo.

Link Sponsorizzati:

canone rai

E’ stato ultimato il decreto ministeriale riguardante le modifiche al pagamento del Canone Rai.
E’ stato deciso che il Canone Rai sarà suddiviso in 6 rate da 16,66 euro l’una per la prima casa che saranno introdotte nella bolletta dell’energia elettrica e ne saranno esenti solo le famiglie che non possiedono un apparecchio tv o un collegamento ad internet.

Tale modifica porterà anche ad una riduzione del Canone Rai a 100 euro con conseguente miglioramento nella lotta all’evasione, e che porterà quindi un incasso per lo stato di circa 2,5 miliardi di euro ogni anno.
Modificando in questo modo la tassa e legandola al contratto per l’energia elettrica sarà praticamente impossibile riuscire ad evadere il pagamento, ed in questo modo si riuscirà a ridurre il costo del Canone Rai riuscendo ad ottenere sempre lo stesso gettito, è infatti prevista un’ulteriore riduzione dell’importo della tassa per l’anno successivo a 97 euro, ancora da confermare però nel decreto ufficiale.

Se non siete possessori di una tv o di un collegamento ad internet dovrete preparare un documento di autocertificazione in cui dichiarate di non essere in possesso ne dell’una ne dell’altra e potrete evitare di pagare la tassa, che sarà rimossa dalla vostra bolletta.
Al momento però non è ancora chiaro a chi bisogna inviare questa richiesta, se alla Rai, alla compagnia elettrica oppure all’Agenzia dell’Entrate.

Allo stato attuale, salvo diverse indicazioni, il destinatario più probabile è la compagnia elettrica cui vanno direttamente i soldi della tassa, ma aspettiamo notizie più certe.
Se non si pagherà il Canone Rai la multa prevista raggiunge i 500 euro, addirittura cinque volte la cifra totale della tassa, una multa ritenuta eccessiva dall’opposizione e da diversi esponenti della maggioranza di Governo che stanno infatti studiando un emendamento per rivalutare la cifra della sanzione e renderla più equa.
Ripetiamo quindi che potranno chiedere l’esenzione tutti coloro che non posseggono nè un collegamento ad Internet, nè una televisione.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *