Caos sulla TASI: in arrivo un aumento del 60% confronto al 2013.

Link Sponsorizzati:

tasi pagamento

Gli italiani, ogni mese, sono costretti a pagare tasse e soprattutto bollette molto salate (energia elettrica, telefono, gas) che non permettono loro di poter mettere da parte alcun centesimo di euro..

La novità del 2014 è molto amara e si chiama TASI: questa Tassa sui servizi dei Comuni, rinviata dalla maggior parte degli enti locali a settembre, secondo le ultime previsioni effettuate da Bankitalia sarà un vero e proprio salasso per tutti i cittadini italiani.

Pare infatti che ci sia un incremento del prezzo del 60% circa confronto al 2013, anno in cui la tassa sulla prima casa è stata molto bassa, con l’effetto di tornare ai massimi del 2012; palazzo Koch, sede della Banca d’Italia, ha precisato infatti che: “L’aumento del 60% delle tasse sulla prima casa va letto tenendo conto del fatto che l’incremento si calcola sui valori molto bassi del 2013, quando la tassa sulla prima casa era stata cancellata con l’eccezione delle abitazioni di lusso”.

Il sottosegretario Graziano Delrio è intervenuto affermando: “Noi siamo tranquilli e sereni”, ma la maggior parte degli italiani muove una critica verso questa nuova stangata: probabilmente gli 80 euro, tanto proclamati dal nuovo premier Renzi, saranno reintegrati nelle casse dello Stato con questa tassa.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *