Come donare soldi a parenti e non avere problemi con il Fisco

Link Sponsorizzati:

donare soldi

I recenti controlli dell’Agenzia per l’Entrate sui vari conti bancari sta rendendo pericoloso persino fare un regalo ai propri parenti donando loro delle somme di denaro.
Non è possibile evitare tali controlli, ma è possibile fare in modo di donare i propri soldi ai propri parenti senza rischiare multe o problemi con le tasse.

Se si tratta di donazioni di importi piccoli o medi, si può tranquillamente usare il bonifico bancario ed anche se si è sottoposti a dei controlli, l’Agenzia per le Entrate non farà alcun problema.
Se si parla di donazioni sostanziose è consigliabile recarsi da un notaio e fare in modo di formalizzare la donazioni alla presenza di due testimoni e solo successivamente fare un bonifico bancario indicando nella causale tutti i dati dell’atto pubblico stipulato.

L’atto pubblico servirà anche in caso di controversie con il parente, diversamente il bonifico non potrà essere usato in sede di diritto civile, in quanto sarà ritenuto nullo.
Per quanto riguarda il bonifico di importi minimi, nella causale è possibile scrivere quel che si vuole, non c’è nulla di stabilito dalla legge. Se quindi scriverete nella vostra donazione “regalo da parte di papa'” “regalo da parte di mamma”, l’Agenzia per le Entrate non farà alcun problema e non procederà con indagini supplementari.
Si sconsiglia di utilizzare termini ufficiali quali “donazione” “liberalità” o altri, e si consiglia sempre di indicare i gradi di parentela dei soggetti protagonisti del bonifico, ad esempio: “regalo di zio al nipote”, “regalo di papa’ alla sua figlia preferita” eccetera.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.