Concorso Ministero della Giustizia: si assumono 1.031 addetti a tempo indeterminato.

Link Sponsorizzati:

ministero della giustizia concorso

Indetto un concorso pubblico dal Ministero della Giustizia per mobilità volontaria volto all’assunzione di 1.031 risorse che verranno impiegate a tempo indeterminato.
Il concorso, come già anticipato è volto all’assunzione di circa 1.031 unità di personale a tempo pieno ed indeterminato, che verranno suddivisi nelle seguenti mansioni,ovvero:

88 posti come direttore amministrativo per l’area III
739 posti per funzionario giudiziario, per l’area III
8 posti per funzionari contabile, per l’area III
29 posti per cancelliere, per l’area III
7 posti per assistente informatico, per l’area II
160 posti per assistente giudiziario, per l’area II.

Potranno partecipare alla selezione coloro i quali risulteranno in possesso dei seguenti requisiti,ovvero:
– essere dipendente di ruolo, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, in una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i., ovvero in uno dei Dipartimenti del Ministero della Giustizia diversi dall’Organizzazione giudiziaria, soggetti a regime di limitazione delle assunzioni di personale a tempo indeterminato, espressamente dichiarata dall’amministrazione di provenienza del medesimo dipendente;
– non avere procedimenti disciplinari in corso e non aver subito alcuna sanzione disciplinare nei due ani precedenti alla scadenza del concorso in questione
– non avere procedimenti penali pendenti e soprattutto non aver riportato alcuna condanna penale che possano impedire la costituzione di un rapporto di lavoro Pubbliche amministrazioni
– godere dei diritti civili e politici
– aver superato il periodo di prova presso l’amministrazione di appartenenza.

E’ prevista l’esclusione per tutti coloro che risulteranno essere dipendenti in servizio a tempo pieno ed indeterminato già assunti ai sensi dell’art.3 e 18 della legge 68/1999 presso l’Amministrazione della Giustizia.

Chiunque dovesse risultare interessato potrà inviare la propria domanda di partecipazione entro il 6 marzo 2015. Ricordiamo che le domande, dovranno pervenire secondo le seguenti modalità, ovvero:
– tramite posta elettronica all’indirizzo mobilitagiustizia.dog@giustiziacert.it
consegnata a mano o tramite raccomandata a/r al Ministero della Giustizia all’indirizzo Via Arenula 70 a Roma, esattamente nelle giornate che vanno dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.30 e dalle 14.00 alle ore 16.50, mentre il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.50.

Il bando di concorso potrà essere consultato cliccando sul seguente link.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *