Concorso Pubblico MIBACT: arrivano 4900 nuovi posti di lavoro nei Beni Culturali.

L’anno scorso il MIBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo aveva illustrato un piano di assunzioni che prevedeva l’inserimento di 5.920 risorse.

lavoro beni culturali

Tale piano è stato ritardato anche a causa dell’emergenza dovuta all’epidemia da coronavirus, ed anche il concorso per i 1.052 vigilanti ha subito un rallentamento durante le varie prove, a causa della pandemia.

Al di la del concorso già in atto al momento, restano 4.900 i posti di lavoro da coprire, ed il Ministero è al lavoro per pubblicare i bandi di concorso e fare in modo che gli stessi si possano svolgere in maniera tranquilla, eliminando il rischio contagio introducendo dei test online.
Il Ministero ha fatto sapere che i concorsi dovranno svolgersi quanto prima in quanto saranno molti i dipendenti che andranno in pensione sfruttando le novità introdotte da Quota 100 ed Opzione Donna, e per evitare che gli uffici vadano in sofferenza i nuovi arrivati dovranno entrare in servizio al più presto.


Secondo quanto indicato dallo stesso MIBACT, il primo concorso in arrivo riguarderà l’assunzione di 250 funzionari amministrativi, come confermato dal Sottosegretario Anna Laura Orrico, nel corso di un question time che si è tenuto alla Camera.
Il totale dei posti messi a concorso è il seguente:

  • n. 1052 Addetti Accoglienza e Vigilanza (procedura già bandita e in atto);
  • n. 250 Funzionari Amministrativi;
  • n. 500 unità di personale non dirigenziale, con profilo professionale di Operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza, di cui 250 unità da assumere con decorrenza dall’anno 2020 e 300 unità da assumere con decorrenza dall’anno 2021;
  • n. 841 unità di personale non dirigenziale appartenenti a profili specialistici, di cui 250 unità da reclutare a decorrere dall’anno 2021;
  • n. 398 unità di personale non dirigenziale, di cui 64 con profilo professionale di Assistente Informatico e 334 con profilo professionale di Assistente Amministrativo Gestionale;
  • n. 100 unità di personale non dirigenziale per i servizi essenziali di accoglienza e di assistenza al pubblico, nonché di vigilanza, protezione e conservazione dei beni culturali;
  • n. 65 unità di personale dirigenziale, con profili specialistici e comuni, tra cui 5 Dirigenti Architetti, 4 Dirigenti Archeologi, 8 Dirigenti Archivisti di Stato e 20 Dirigenti amministrativi.

Come Candidarsi:

Tutti gli interessati possono seguire la pubblicazione dei bandi di concorso direttamente da questo link.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.