Disoccupato da 3 anni afferma: “Vendo un rene al miglior offerente”

Link Sponsorizzati:

disoccupato rene

Un uomo di 51 anni senese, senza lavoro fa oltre tre anni per far fronte alle spese quotidiane per andare avanti, come pagare le bollette, affitti e spese ha deciso di vendere un rene per recuperare denaro. Si è sfogato con queste parole l’uomo, disperato per la triste situazione economica: “Non so più come uscire da questa situazione, non ho mai rubato in vita mia, l’unica cosa che mi è rimasta da fare è mettere in vendita un rene”.

L’uomo al momento dopo aver versato i contributi lavorativi per oltre 32 anni, e dopo aver avuto un infarto ed altri problemi gravi di salute, percepisce un assegno mensile di invalidità. La moglie,di 55 anni per fortuna lavora e contribuisce alle spese anche se le difficoltà economiche per arrivare a fine mese sono sempre presenti, aggravate dal fatto che vivono in un appartamento in affitto, a Monteroni d’Arbia per 400 euro mensili. La coppia afferma: “Abbiamo pagato l’affitto per un anno, negli ultimi due i pagamenti sono diventati insostenibili e per questo siamo stati sfrattati. Abbiamo trovato un appartamento a Monteroni d’Arbia a 400 euro al mese e sono già tre mesi che pur non essendoci trasferiti paghiamo puntualmente l’affitto perché non riusciamo a trovare i soldi per il trasloco”.

Oltre alle spese di affitto, la coppia dovrebbe anche acquistare alcuni mobili, tipo la cucina essenziali per poter vivere in quella casa, e bisognerebbe anche sistemare tutte le tubature. Hanno chiedo ad alcune finanziarie un importo di 5.000 euro, che gli viene costantemente negato, ” perché ho avuto un infarto” , sostiene l’uomo, che ha anche chiesto aiuto al Sindaco della sua città che gli ha risposto che non ci sono soldi.

Oltre ai gravi problemi di salute, l‘aggravante è che l’uomo non lavora da ormai 3 anni per questo è arrivato alla decisione di vendere un rene. “L’unica cosa è mettere in vendita un rene, cosa altro mi è rimasto da fare? Neppure i miei figli, che perderanno il posto di lavoro a fine agosto, hanno la possibilità di aiutarmi. Chiedo solo che una finanziaria senese o un istituto di credito possa farmi questo prestito per continuare a vivere degnamente”, afferma l’uomo disperato.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.