Ecco come non pagare il canone Rai in maniera legale.

Link Sponsorizzati:

come non pagare il canone Rai legalmente

Su Internet sono presenti tantissimi articoli che illustrano come poter evadere una delle tasse più odiate dagli italiani: il canone Rai.
Nonostante presenti una delle offerte in chiaro più complete di tutta l’Europa, questa “tassa” continua a far impazzire le famiglie italiane che nella maggior parte dei casi non vogliono o non possono pagare (per svariate motivazioni).

Se anche voi avete qualche problema nel pagamento di questa tassa, non dovete preoccuparvi poichè oggi vi sveleremo un consiglio ,assolutamente legale, per non pagare il canone Rai senza rischiare di ricevere un fermo auto da parte di Equitalia, l’agenzia autorizzata a procedere qualora la tassa non venga pagata.

A tal proposito è intervenuto l’avvocato Alessio Ghisolfi, del Comitato di Difesa dei Consumatori che ha proferito queste parole: “Il passaggio è molto chiaro per noi, chi volesse eliminare la televisione dalle proprie abitazioni deve semplicemente portarla presso un centro di raccolta differenziata e demolirla.
Attenzione a farsi lasciare la ricevuta di demolizione. I centri sono generalmente ubicati alle porte dei nostri centri urbani, trattasi per lo più di recenti aree ecologiche gestite dai comuni. Il certificato è essenziale perchè alla Rai va dimostrato che il televisore è stato demolito e non è più in nostro possesso. Se si demolisce la televisione perché non se ne fa uso, ripeto, è possibile evitare il pagamento esibendo alla Rai la idonea certificazione”.

Una volta che verrà effettuata questa procedura e dopo aver comunicato accuratamente alla Rai che non siete più in possesso dell’apparecchio, state tranquilli perchè non riceverete mai più alcuna richiesta di pagamento e potrete così continuare ad utilizzare il vostro apparecchio senza alcun timore.
Fonte



Commenti

comments

6 Responses to Ecco come non pagare il canone Rai in maniera legale.

  1. Luigi ha detto:

    Scusate,
    ma il canone si paga comunque se siete possessori di radio (o stereo), se avete un computer e relativo monitor (suppongo con o senza adsl), un cellulare Umts, un Tvfonino, un videoregistratore o un masterizzatore di DVD.

    Le nuove leggi te lo fanno pagare comunque se avete uno o più di questi apparecchi… quindi mi sa tanto poco realistico.

    Quando si forma una nuova faniglia comunque ti arriva la tassa di possesso.
    QUNDI COMUNQUE PAGATE!!!!

    il problema è questo: dopo anni che uno paga il canone, cioè la tassa di proprietà, perchè devo pagare qualcosa di MIO!!! lo capirei se pagassi un noleggio… e come la tassa di proprietà sull’auto.

    ITALIA una nazione di ladri!!!

    • man ha detto:

      Per fare chiarezza http://www.abbonamenti.rai.it/ordinari/ilCanoneOrdinari.aspx#CosaChi attenzione! se possedete un pc senza sintonizzatore TV, non dovete pagare….attenzione alle sottigliezze che mai nessuno controlla, e con le quali ci fregano……poi è vero loro continuano a mandarti lettere, ma se avete fatto regolare disdetta ed avete la ricevuta di ritorno che lo prova, siete tranquilli….Le lettere che la rai cì manda non hanno valore giuridico perchè non sono delle raccomandate….. “Con nota del 22 febbraio 2012 il Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Comunicazioni ha precisato cosa debba intendersi per “apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni” ai fini dell’insorgere dell’obbligo di pagare il canone di abbonamento radiotelevisivo ai sensi della normativa vigente (RDL 246/1938).

      In sintesi, debbono ritenersi assoggettabili a canone tutte le apparecchiature munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva.
      Ne consegue ad esempio che di per sé i personal computer, anche collegati in rete (digital signage o simili), se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale terrestre o satellitare, NON sono assoggettabili a canone.
      Per contro, un apparecchio originariamente munito di sintonizzatore -come tipicamente un televisore- rimane soggetto a canone anche se successivamente privato del sintonizzatore stesso (ad esempio perché lo si intende utilizzare solo per la visione di DVD)”.

      • admin ha detto:

        Ti ringraziamo infinitamente per l’appunto! 😉

        • man ha detto:

          Grazie! Divulgate il più possibile….Questa la cosa più importante per reagire….tutti insieme possiamo…Noi non cediamo!

      • Elena ha detto:

        Ti leggo molto ferrato in materia quindi ti chiedo:
        Se si ha un abbonamento a Sky? In quel caso si deve pagare?

        • man ha detto:

          Se hai abbonamento a Sky, hai anche la televisione, quindi per legge devi pagare. Purtroppo il canone rai è una tassa sul possesso della tv. La modalità è come quella del bollo auto ” se possiedi una macchina ma non la usi, il bollo lo devi pagare comunque…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *