ENEL addio: arrivano i pannelli solari Google a costo zero.

Link Sponsorizzati:

Siete stanchi di pagare cifre esorbitanti con la bolletta della luce? La novità ,firmata Google, riguarda i pannelli solari a costo zero.[..]

pannelli fotovoltaici google

In un periodo caratterizzato da una pesantissima crisi economica e, soprattutto, da una fortissima percentuale di disoccupazione, ecco che finalmente arriva qualche notizia interessante..

La novità è marchiata Google e si chiama impianto fotovoltaico gratuito: secondo le ultime news che trapelano sul web, il colosso americano avrebbe acquistato un’ingente quantità di pannelli fotovoltaici che verranno installati, in comodato d’uso, all’interno delle nostre abitazioni.
Google, assieme all’azienda produttrice SunPower , avrebbe investito milioni di dollari nell’acquisto di pannelli fotovoltaici che poi verranno affittati ai proprietari di casa, ad un prezzo molto inferiore confronto a quello della bolletta elettrica usuale..

L’iniziativa è a dir poco fantastica poichè permette di dare un solido contributo all’ambiente e ,allo stesso tempo, di risparmiare migliaia di euro sia sull’acquisto di un impianto fotovoltaico che sulla bolletta elettrica mensile; è necessario precisare inoltre che Sunpower, leader nel settore fotovoltaico, assicura che questi nuovissimi impianti sono capaci di generare il cinquanta per cento in più di energia confronto a quelli delle aziende concorrenti (a parità di dimensione).

Inoltre l’azienda, grazie all’accordo con Google, si occuperà del montaggio, dell’attivazione e della manutenzione dei pannelli: insomma, il tutto sarà garantito chiavi in mano.
Attualmente il progetto di Google è disponibile per gli Stati Uniti ma alcune fonti affermano che potrebbe essere presto disponibile anche per il nostro Paese. Vogliamo inoltre ricordarvi che il colosso Google ha creato la più grande centrale solare del mondo, che fornisce energia a 140mila case.
Se invece desiderate risparmiare centinaia di euro sulla bolletta dell’energia elettrica, potete cliccare qua per ricevere i migliori consigli degli esperti



Commenti

comments

48 Responses to ENEL addio: arrivano i pannelli solari Google a costo zero.

  1. Sono un impresa sarei interessato sia ai pannelli solari per dei lavori, sia a una collaborazione per i montaggi nella mia regione, saluti.

    • raffaella inchi ha detto:

      Salve Giorgio leggo che ti occupi di manuntenzioni ecc ,bene volevi informarti che abbiamo un sistema studiato proprio per le riparazioni ed è una resina a raggi UVE dove hai una catalisi di 5min e non sono presenti catalizzatori quindi niente piu’ rifiuto ne piu’ inalazioni pericolosi per la salute e inoltre si puo’ utilizzare tutto il contenuto fino ad esaurimento flacone con risultati superiori al sistema utilizzato attualmente dal mercato.
      Se ti dovesse presentare l’occasione saro’ lieta di fornirti ulteriori informazioni Grazie

    • Gianfranco ha detto:

      Siamo Dealer Sunpower, (azienda americana che ha firmato il contratto con Google), se servono info siamo qui. Saluti

    • migliorelli Luigi ha detto:

      Si vorrei infomazioni più approfondite

  2. Gaetano D'Elia ha detto:

    Energia pulita per niente. Gli attuali pannelli son fatti di silicio (vetro). Occorre fonderlo sette volte a 1400 gradi per ottenerlo utilizzabile. Per far questo occorre molta elettricità, in pratica la stessa che il pannello, al meglio della sua capacità, riuscirà a restituire dopo 18-20 anni. Elettricità prodotta, guarda caso, dalle centrali a carbone in Cina. Finito il suo ciclo di vita bisogna smaltirlo ed occorre altra energia, altra ancora per il trasporto ecc. ecc. Il solare è una bufala pazzesca.

    • Pietro Diano ha detto:

      Ho trattato in passato Fotovoltaico e devo dire che nel tuo commento c’è molto di vero. Non sono un Fan ad occhi chiusi delle Energie rinnovabili, perchè molte notizie appunto sono taciute.
      Il problema è sempre bilanciare i pro e contro.
      Credo che comunque, usare energia per produrli al costo di oggi, e risparmiarla al costo che avrà tra 5 10 15 o 20 anni c’è una grande differenza.
      Ad ogni modo, l’attuale solare è già il passato.
      Tra poco arriveranno nuovi materiali… si migliora sempre.

    • Capitan Pesto ha detto:

      vero, ma:
      1) è una tecnologia che ha ancora ampi margini di miglioramento, sia nel processo produttivo che nel rendimento netto. Se ci si investe abbastanza e ricadute tecnologiche secondarie potrebbero essere “da fantascienza”
      2) il vantaggio è che un pannello produce energia elettrica lì dove si trova, permettendo di ridurre (fino ad azzerare, a determinate condizioni) l’impatto del trasporto dell’energia, sia essa sotto forma di petrolio più o meno raaffinato, carbone, gas o elettricità lungo un cavo di rame di svariati kilometri.
      3) gli ovvi limiti della tecnologia (niente corrente di notte) si superano integrando sistemi efficienti di stoccaggio dell’elettricità, cosa nella quale, per relativa mancanza di necessità, siamo indietro di un secolo, praticamente fermi agli accumulatori piombo-acido. La diffusione di piccole energy-farm, anche non (esclusivamente) fotovoltaiche, darebbe una spintarella ulteriore alle ricerche sull’efficienza di stoccaggio.

      • giovanni ha detto:

        so che esiste una solarfarm negli states che ottiene uno stoccaggio di energia producendo , con il surplus di energia, idrogeno che verra riconvertito in energia al bisogno!

    • Carlo Filadelfia ha detto:

      Continua a bruciare idrocarburi fossili.

  3. Roberto Lo Re ha detto:

    Quando arriverà in Italia mi interessa saperlo grazie.

    • PAOLO ha detto:

      BASTA VEDERE LA PAGINA DI SUNPOWER.COM LI CI SONO TUTTE LE INFO IN INGLESE…

  4. massimo giraudo ha detto:

    speriamo sia cosi un po di tetto lo metto a disposizione volentieri

  5. Francesco ha detto:

    Desidero avere informazioni sul fotovoltaico per 20kw

  6. Andrea ha detto:

    Chiamateli Pannelli Fotovoltaici per favore.
    Non fate confusione con i pannelli solari termici.
    L’impianto solare di cui parlate alla fine dell’articolo è fotovoltaico o termoelettrico-solare?

  7. Carlo Cucchiaro ha detto:

    Domanda:produce anche se le giornate sono uggiosa con foschia?

    • Marco Iovine ha detto:

      Si! Produce energia anche quando non c’è sole diretto! Produce di meno, ma in buona quantità! Riescono a generare il meglio quando non fa troppo caldo, primavera e autunno per intenderci! In estate il sole é troppo forte!

  8. saverio ha detto:

    Non vedo l’ora che facciano qualcosa di utile per me sarebbe meraviglioso al mese spendo una cifra enorme

  9. patrizia ha detto:

    vorrei avere più informazioni grazie millegoogle

  10. sergio quarta ha detto:

    sarei interessato x un preventivo di 20 kw

  11. Giorgia M ha detto:

    Ho casa in provincia di Roma. Non ho riparato la vecchia caldaia a gasolio perché aspettavo l’allacciamento col gas ma ancora non si vede niente. Era tanto che pensavo ai pannelli solari ma aspettavo che scendessero di prezzo – ho sentito che c’erano in corso esperimenti con materiali sintetici più economici del silicio. Aspetto con fiducia! 🙂

  12. PHD DR. Walter Menicocci ha detto:

    1. Google sta solo facendo un’operazione finanziaria, non è interessata ne a problemi sociali ne ambientali, è solo una multinazionale con mire neocolonialistiche.
    2. I pannelli solari che utilizzano i silicati si esauriscono (il periodo varia dai 5 ai 10 anni secondo la qualità del prodotto)
    3. Una volta “esausti” devono essere smaltiti (e sono molto, molto contaminanti). La stessa storia delle marmitte catalitiche, solo che il potenziale contaminante è molto superiore.
    4. Soluzione falsa, solo business
    5. A voi la parola

  13. raffaella inchi ha detto:

    Sarebbe bello staccarsi ed essere indipendenti dai consumi la tassazione sulle bollette è impressionante spero non sia una bufala

  14. Maria Luisa Mele ha detto:

    Sono interessata da anni ai pannelli Fotovoltaici ma quello che non mi va giù e che per installarli devo accendere un mutuo , quando mi permetteranno di installarli e ripagarli con la vendita del energia stessa e senza prestiti o mutui allora sarò la prima ad installarli.
    Questo fatto che lo Stato non è affidabile nell erogazione dei contributi e un grosso problema

  15. il Poeta ha detto:

    Anch’io aspetto notizie più certe sul voltaico…
    Fare e disfare oggi è proibitivo, è un alea che va presa con la pinza…
    C’è bisogno di maggiori garanzie, non della speculazione che arricchisce la trafila di tutto l’impianto… e poi paga pantalone…
    Sperando in un futuro prossimo + roseo (garanzie)…
    Grazie…
    Lorenzo Pontiggia

  16. Antonella ha detto:

    Sarei interessata per 4/6 kw grazie

  17. gianluigi ha detto:

    chi e’ interessato a prendere i soldi dallo stato e non farlo privatamente può’ contattarmi in email ….solo zona lombardia ..grazie

  18. Salve sono una collaboratrice di una Azienda che opera nel settore fotovoltaico (progettazione installazione e vendita) in tutta la sicilia , collaboriamo con diverse aziende, saremmo interessati a svolgere qualche attività anche per voi qualora cercaste installatori specializzati nel settore e sopratutto un ‘azienda dove vengono rispettare tutte le normative sulla sicurezza e in regola fiscalmente….Saluti

  19. Fiorello D'Angiolillo ha detto:

    interessato ai pannelli google, vorrei avere più notizie in merito, e come fare per istallarli e contattare google

  20. Edmondo Amat ha detto:

    Caro Fiorello,
    L’articolista non sembrerebbe avere alcun legame con il “soggetto” dell’articolo, perciò, forse non ti risponderà mai…
    Se hai fretta credo che dovresti rivolgerti qui:
    (Stati Uniti)
    Google Inc.
    1600 Amphitheatre Parkway
    Mountain View, CA 94043
    Phone: +1 650-253-0000
    Fax: +1 650-253-0001

  21. luigi ha detto:

    in attesa di qualche proposta seria.
    potrebbe interessarmi l’offerta google
    non vorrei spendere …lo sto gia facendo con il sistema tradizionale….alloggio delle personee (B&B) i consumi
    sono esagerati. fatemi sapere, saro’ in italia a inizio settembre. grazie.
    Dr. l.Davoglio

  22. In effetti i pannelli fotovoltaici ed i collettori termici possono dare un grande contributo all’evoluzione dell’umanità, ma bisogna stare attenti, perché vi è il rischio di una proliferazione incontrollata che può portare più danno che bene.

    Non dobbiamo dimenticare, infatti, che sono materiali che hanno una durata ben determinata e poi andranno smaltiti in qualche modo e non è del tutto chiaro come.

    Inoltre l’installazione di impianti in zone agricole può determinare un inquinamento tecnologico in contesti inopportuni.

    Con ciò non voglio dire di essere contrario, anzi ho collaborato per dieci anni con un leader italiano del fotovoltaico e sono a favore. Ma con ponderazione ed attenzione 🙂

  23. Fabio ha detto:

    Salve, sono 1 imprenditore di Roma che si occupa di energie rinnovabili e risparmio energetico. Accolgo con immenso piacere l’iniziativa di Google, e ancor più la scelta dei moduli SunPower. Progettiamo e installiamo impianti PV ibridi ( fotovoltaico e eolico Off/Grid ) con batterie di accumulo totalmente autonomi e distaccati dalla rete elettrica. Le aziende agricole che intendono orientarsi sulle rinnovabili, sono totalmente finanziate dal progetto CREDITAGRI. Sono interessato a sviluppare nuove collaborazioni sull’iniziativa di Google. Per qualsiasi info contattare: fabiorota1964@gmail.com

  24. Renato Carraro ha detto:

    Vorrei aggiungere qualche informazione dalla mia esperienza personale.
    Per molti anni ho ritenuto poco conveniente installare i pannelli fotovoltaici, dato il tempo di ammortamento.
    Per caso e non per scelta ho iniziato a riscaldare la casa, già provvista di riscaldamento a pavimento, con delle pompe di calore, che avevo installato per l’estate.
    Sorpresa: riscaldando con la corrente mantenevo 20 gradi e spendevo molto meno che non con il gas, soprattutto se viene additivato da aria, che ci fanno pagare quanto il gas.
    A quel punto ho fatto due conti ed ho scoperto che passando tutto a corrente avrei pagato i pannelli in 4 anni, anche senza gli sgravi fiscali, perchè la convenienza sta nella corrente, se poi una parte me la produco, risparmio ovviamente di più.
    Invece per i normali consumi di luce ed elettrodomestici e con i rimborsi Enel che ti paga 1 ciò che tu gli paghi 10, ci vuole una vita per recuperare.
    Per completare ho inserito anche una pompa di calore per produrre acqua calda, così ho praticamente azzerato le bollette del gas, che credetemi sono molto, ma molto più salate della corrente ed a valle di questa uno scaldabagno elettrico per i giorni in cui la pompa non può rendere perchè fa troppo freddo.
    Questa è la mia esperienza e non la verità divina, fatene l’uso che ritenete più opportuno.
    Grazie per l’ospitalità
    ing. Renato Carraro

    • Sabrina ha detto:

      Buon giorno,in quale regione si trova? Ho sentito parlare molto bene delle pompe di calore. Mi spaventa un po’ il periodo invernale, sono in Piemonte in provincia di Torino e la nebbia oscura tutto per settimane. Funzioneranno comunque?

  25. antonella ha detto:

    Sarei interessata anch’io x la mia villetta..naturalmente a titolo gratuito…grazie..fatemi sapere!!!

  26. massimo benvenuti ha detto:

    io ho gia’ montato pannelli fotovoltaici e sarei interessato al montaggio e vorrei sapere se cercate personale ………..
    GRAZIE a presto………

  27. Antonio ha detto:

    Sono interessato ai pannelli super a costo zero ma ho chiamato la ditta e mi ha risposto che non sapevano niente di questa iniziativa

  28. Edmondo ha detto:

    Buongiorno sarei interessato per i pannelli solari avere una consulenza a Ussana provincia di Cagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *