La Germania mette sul piatto 550 miliardi di euro per salvare la Nazione.

L’epidemia da Coronavirus che sta sconvolgendo l’Europa richiederà presto interventi sull’economia dei singoli paesi per poter affrontare l’emergenza.

lavoro hotel e alberghi germania

In Germania la cancelliera Angela Merkel ha già annunciato delle misure economiche straordinarie che saranno tra le più importanti della storia della Repubblica Federale. Anche Olaf Scholz, il ministro delle Finanze, ha confermato la cosa sostenendo che: “la Germania userà il bazooka per dare una scossa all’economia del paese e far fronte all’emergenza Coronavirus”.

La manovra economica tedesca prevede lo stanziamento immediato di 550 miliardi di euro a favore delle imprese, tramite la KfW, la banca per lo sviluppo tedesca. Tale imponente manovra è permessa anche perchè la KfW è fuori dal bilancio federale, ma non è tutto, la Merkel ha assicurato che questo intervento non sarà l’unico ed ha messo in discussione lo Schwarze Null, il pareggio di bilancio.


La Merkel ha poi spiegato: “siamo davanti ad un’emergenza storica ed è per questo motivo che stiamo per varare delle misure economiche straordinarie. Faremo tutto quello di cui le imprese ed i tedeschi hanno bisogno per superare il momento. Siamo davanti ad un nemico subdolo e spietato, un virus di cui sappiamo poco, dobbiamo quindi fare in modo che questo periodo di guerra non distrugga il nostro paese”. Anche la compagnia di bandiera aerea Lufthansa ha fatto sapere di essere interessata agli aiuti di stato promessi dalla cancelliera.

Intanto la Germania ha già confermato diverse misure per la salute pubblica simili a quelle varate in Italia: chiusura delle scuole, stop al calcio per i campionati di Bundesliga e serie minori, ma anche chiusura dei locali non indispensabili come discoteche, ristoranti, bar ed altri. Il Ministro Armin Laschet ha confermato le parole della Merkel: “l’emergenza è unica, la Germania è chiamata ad una prova difficile, ma ce la faremo perchè siamo un popolo fortissimo“.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.