La Germania salva le imprese: 15.000 euro a fondo perduto e iva sul cibo al 7%.

Il periodo di grave emergenza che stiamo attraversando ha messo in luce i pro e i contro di ogni Stato presente nel mondo.

lavoro hotel e alberghi germania

Vi avevamo già accennato al fatto che la Germania avesse messo sul piatto una cifra pari a 550 miliardi di euro per far risollevare il Paese e venire in contro ai cittadini e alle imprese e ora la questione si fa ancora più “pratica e interessante”.

Congedo parentale Inps COVID-19: ecco come funziona e come richiederlo.

E’ stato finalmente confermato che il Congedo Parentale INPS straordinario per il Covid 19 sarà prorogato fino, almeno, a settembre 2020. Anche se non in maniera ufficiale, pare infatti sicuro che questa proroga sarà inserita nel nuovo Decreto che sarà reso pubblico a breve dal Premier Giuseppe Conte e che servirà per gestire la fase due dell’emergenza sanitaria.

congedo parentale 2020

Il Congedo Parentale avrà una durata di 30 giorni e sarà ancora gestito dall’INPS.  Con tale provvedimento, quindi, il Governo spera di poter andare incontro a tutte le famiglie che devono badare ai figli che non potranno andare a scuola, offrendo loro un periodo di 30 giorni (a fronte dei precedenti 15) che potranno essere utilizzati anche in maniera non continuativa.

Nestlè Lavora con noi: posizioni aperte e come candidarsi.

Il Gruppo Nestlè, colosso del settore alimentare soprattutto in Italia, ha annunciato una serie di nuove assunzioni che riguarderanno diverse sedi sul territorio, ed in particolare la centrale di Milano.

nestle lavora con noi

Ricordiamo che il Gruppo Nestlè racchiude al suo interno diversi marchi molto noti come Smarties, KitKat, Nesquik, Sanpellegrino, Levissima, Fruttolo e tanti altri, tra cui anche note marche di prodotti per animali come Gourmet, Friskies, Felix e Purina. Essa fu fondata nel 1866 grazie all’opera dell’allora farmacista Henry Nestlè, conosciuto per l’invenzione della farina lattea per i bambini che non potevano essere allattati al seno. In Italia, Nestlè è presente dal 1924 con l’apertura della prima fabbrica in quel di Abbiategrasso, in provincia di Milano, ed oggi è presente con sette stabilimenti e più di 3.000 dipendenti.

Arriva il Bonus 600 Euro di Aprile e 1000 Euro di Maggio: ecco come ottenerlo.

A seguito del perdurare dell’emergenza sanitaria è stato praticamente confermato dal Governo che il Bonus per le Partite Iva e tutti coloro che ne hanno diritto, sarà confermato per altri due mesi, per un importo di 600 euro per il mese di Aprile e 1.000 euro per il mese di Maggio.

bonus 1000 euro coronavirus

Pur non essendo ancora ufficiale, pare siano queste le cifre che saranno confermate nel decreto Rilancio che sarà protagonista della fase due dell’emergenza sanitaria. Il Governo ha in mente di ampliare la platea dei beneficiari di tale bonus che sono studiati per aiutare tutti i professionisti che stanno subendo perdite o totale mancanza di introiti durante l’epidemia da Coronavirus. Per chi non avesse ancora provveduto, è possibile ancora richiedere i primi 600 euro del mese di Marzo presentando la propria domanda nel sito dell‘Inps online.

Secondo alcune fonti affidabili, il nuovo decreto Rilancio che sarà prossimamente emanato dal Governo provvederà a rinnovare il Bonus per le Partite Iva e tutte le categorie che ne hanno diritto, con l’aumento auspicato e richiesto da molti che sarà corrisposto per il mese di Maggio. Potranno richiedere tale bonus tutte le partite IVA e non è escluso che saranno aggiunte nuove categorie, ma per poterlo confermare dovremo attendere che il decreto venga pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Le categorie dovrebbero essere le seguenti:

  • titolari di partite iva riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 1.000 euro per il mese di Maggio 2020 (se provata la riduzione di almeno il 33% del reddito nel periodo dell’epidemia)
  • lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 1.000 euro per il mese di Maggio 2020
  • lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione Generale Obbligatoria riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 1.000 euro per il mese di Maggio 2020 (se provata la riduzione di almeno il 33% del reddito nel periodo dell’epidemia)
  • lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 1.000 euro per il mese di Maggio 2020
  • lavoratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori dello Spettacolo riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 600 euro per il mese di Maggio 2020
  • lavoratori dipendenti stagionali non appartenenti a settore turismo o stabilimenti termali riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 600 euro per il mese di Maggio 2020
  • lavoratori intermittenti che hanno lavorato almeno un mese nell’anno 2019 riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 600 euro per il mese di Maggio 2020
  • lavoratori autonomi senza partita IVA riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 600 euro per il mese di Maggio 2020
  • lavoratori che si occupano delle vendite a domicilio con reddito superiore a 5.000 euro annui riceveranno 600 euro per il mese di Aprile 2020 e 600 euro per il mese di Maggio 2020

Nel nuovo decreto dovrebbe esserci anche un sussidio per le Colf e le Badanti che riceveranno un sussidio di 400 euro in caso il contratto non superi le 20 ore settimanali, 600 euro se il contratto dovesse superare tale soglia. Si precisa però che tale sussidio sarà corrisposto solo se dovesse essere comprovata una riduzione dell’orario di lavoro di almeno il 25%. Per tutti i dettagli aggiuntivi vi mettiamo a disposizione la bozza del decreto in questione, che sarà discusso nel corso dei prossimi giorni.

Come Ottenere il Bonus:

Come ogni richiesta, la domanda dovrà essere effettuata direttamente sul sito ufficiale dell’INPS accedendo con le proprie credenziali SPID ed il codice PIN, indicando il metodo di pagamento del sussidio che può essere il Bonifico Domiciliato o l’accredito sul proprio conto corrente (in tal caso bisognerà presentare il proprio IBAN). La domanda può essere effettuata anche tramite un CAF o Patronato o tramite il servizio INPS Contact Center al numero 803 164 da rete fissa o 06 164164 da rete mobile.

Come aprire una pizzeria d’asporto.

Uno dei campi lavorativi di maggior successo è sicuramente quello della ristorazione, aprire una pizzeria d’asporto può essere può essere un’attività molto redditizia, soprattutto, si fanno le giuste scelte e si gestisce accuratamente ogni aspetto del business.

come aprire una pizzeria d'asporto

Se non avete le idee molto chiare su come aprire una pizzeria d’asporto, nei prossimi paragrafi cercheremo di aiutarvi suggerendovi gli iter burocratici e i passi da fare per avviare la vostra attività.

BARILLA lavora con noi: ecco dove inviare il curriculum vitae.

Barilla rappresenta un’azienda leader nel settore alimentare in Italia che ha saputo farsi strada in tutto il mondo ed è ormai tra le più apprezzate in ogni Paese. L’azienda fa sempre registrare ottimi risultati ed è in costante crescita ed è alla ricerca di nuovo personale per le sue sedi e fabbriche sia in Italia che all’Estero.

barilla lavoro fabbrica

Ricordiamo che Barilla nasce quasi 150 anni fa, nel lontano 1887, per mano di Pietro Barilla che aprì una piccola bottega per la produzione di pane e pasta a Parma. Da quel piccolo buco oggi Barilla conta decine di fabbriche in tutto il mondo, con la sua sede centrale rimasta a Parma e vari stabilimenti come quelli di Cremona, Ferrara, Castiglione delle Stiviere, Castelpiano, Ascoli Piceno, Melfi, Novara, Marcianise e Rubbiano.

Di Maio : “Abbiamo immesso 750 miliardi e non siete ancora contenti”

Luigi Di Maio, leader del Movimento Cinque Stelle e attuale Ministro degli Esteri nel Governo di Giuseppe Conte, ha rilasciato una lunga intervista parlando dell’emergenza sanitaria derivata dall’epidemia da Coronavirus e ha commentato le azioni del Governo in tal senso.

di maio reddito di cittadinanza italiani

“Stiamo ricevendo una serie di critiche che trovo esagerate, considerando che abbiamo messo a disposizione degli Italiani oltre 750 miliardi di euro, stiamo facendo manovre economiche senza precedenti nella storia dal dopoguerra ad oggi e stiamo facendo di tutto per far ripartire il paese in maniera forte e concreta”, ha spiegato Di Maio, che ha poi continuato: “la fase due sarà fondamentale e non dobbiamo sbagliare, ma abbiamo scelto una task force di assoluti professionisti ed esperti, e siamo sicuri che faranno un ottimo lavoro“.

SAMMONTANA lavora con noi: ecco come candidarsi.

La famosa azienda SAMMONTANA cerca nuovo personale da inserire nel proprio organico: in quest’articolo vi spieghiamo come candidarvi correttamente.[..]

lavoro sammontana azienda

Come già specificato precedentemente, la rinomata SAMMONTANA che opera all’interno del settore della Grande Distribuzione e più precisamente nella produzione di ottimi gelati sin dall’anno 1948, desidera assumere nuovo personale all’interno del nostro Paese.
La società, che attualmente conta più di 1500 dipendenti e detiene il 20% della quota del mercato industriale del gelato, è attualmente molto attiva e si prepara per la nuova stagione estiva.

Bonus Lavoro Giovani: di cosa si tratta e come richiederlo.

Da diversi anni sono presenti una serie di Bonus destinati alle aziende che tendono ad assumere giovani con età non superiore a 35 anni. Anche per il 2020, nonostante l’emergenza sanitaria, il Bonus Lavoro Giovani 2020 resta attivo e tutte le aziende che vorranno utilizzarlo potranno accedere alle agevolazioni che saranno erogate, anche quest’anno, dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale INPS.

bonus donne e giovani

I requisiti aggiornati sono stati confermati nella nuova Circolare n.57 del 28 Aprile 2020 pubblicata dall’INPS sul proprio sito ufficiale: gli esoneri contributivi sono confermati a tutte le aziende che assumeranno con contratto a tempo indeterminato dei giovani under 35, mentre dal 2021 il beneficio sarà abbassato a 30 anni.
Desideriamo precisare che c’è una sostanziale differenza tra Il Bonus Giovani e il fondo di Garanzia Giovani , messo a disposizione dall’Unione Europea, che è completamente differente.

Cosa è il Bonus Lavoro Giovani

I datori di lavoro che usufruiscono del Bonus Lavoro Giovani 2020 potranno avere una serie di riduzioni dei contributi previdenziali che devono essere versati per i lavoratori assunti. Tali riduzioni consistono in uno sgravio fiscale per tutte le assunzioni di giovani effettuate con contratti a tutele crescenti. Il Bonus era stato introdotto già tre anni fa, ma con il Decreto Dignità del 12 Luglio 2018, il Bonus Lavoro Giovani è stato rapportato alle regole attuali, con validità per tutti i giovani con età inferiore a 35 anni. La riduzione prevista dal Bonus Lavoro Giovani 2020 comprende il 50% dei contributi previdenziali per un periodo massimo di tre anni in caso di contratto a tempo indeterminato, per un importo limite di 3.000 euro all’anno, diviso su base mensile. Rispetto agli anni scorsi, però, il Bonus Lavoro Giovani 2020 si potrà sfruttare anche per tutti i giovani under 35 che vedranno trasformato un contratto a termine in un contratto a tempo indeterminato.

Secondo quanto indicato nella circolare INPS il Bonus Lavoro Giovani 2020 si rivolge a tutti i giovani che non hanno compiuto 35 anni di età, non hanno mai firmato un contratto a tempo indeterminato e che non hanno usufruito di alcuna agevolazione fiscale per l’assunzione. Inoltre il Bonus Lavoro Giovani 2020 può essere sfruttato solo da aziende che non hanno effettuato licenziamenti individuali nei sei mesi precedenti all’assunzione per cui si richiede lo sgravio fiscale. Tutti i datori di lavoro privati possono richiedere il Bonus Lavoro Giovani 2020 comprese le seguenti categorie:

  • enti pubblici economici
  • enti morali
  • enti ecclesiastici
  • consorzi industriali
  • consorzi di bonifica
  • ex IPAB che sono diventate ora associazioni o fondazioni di diritto privato
  • aziende speciali costituite in consorzi
  • istituti autonomi di case popolari trasformate in enti pubblici economici

Il Bonus Lavoro Giovani 2020 non vale invece per le seguenti categorie:

  • università
  • amministrazioni dello stato, conservatori statali, accademie
  • Regioni, Province, Comuni, Città metropolitane, Enti di area vasta, Unioni dei comuni, Comunità montane, Comunità isolane o di arcipelago e loro consorzi e associazioni;
  • enti pubblici non economici
  • tutto ciò che è legato al Servizio Sanitario Nazionale
  • IPAB
  • Banca d’Italia, Consob
  • Università non statali
  • Camere di Commercio, industria e le loro associazioni
  • Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona

Come Ottenerlo:

Si precisa che il Bonus Lavoro Giovani 2020 è cumulabile con altri incentivi come ad esempio quello per l’assunzione di lavoratori disabili come stabilito dall’articolo 13 della legge del 12 marzo 1999 ed eventuale il bonus per l’assunzione dei beneficiari dell’indennità per la disoccupazione NASpI, come stabilito dall’articolo 2, comma 10 bis della legge 92/ 2012. Tale contributo si può cumulare anche con il Bonus Occupazione Sviluppo SUD o con il Bonus Occupazione NEET o ancora con l’Incentivo Lavoro (IO Lavoro) previsto dall’ANPAL. Non è invece cumulabile con eventuali altre riduzioni delle aliquote di finanziamento, come l’assunzione delle donne prive di impiego da almeno 24 mesi o da almeno 6 mesi per aree o settori economici particolari.
Per qualsiasi informazione aggiuntiva circa il Bonus Lavoro Giovani 2020 vi mettiamo a disposizione il Decreto-Dignità_testo-coordinato-decreto-legge-12-luglio-2018-n.-87 ed inoltre la Circolare Inps 2020 che contiene il regolamento completo per poter accedere agli sgravi fiscali.

Come Diventare Vigile del Fuoco: informazioni e concorsi pubblici.

Quello di entrare a lavorare in Polizia, Guarda di Finanza, Carabinieri o Vigili del Fuoco è sempre stato uno dei lavori che storicamente in Italia è sempre stato tra i più ambiti. E tutto questo nonostante tali lavori, nel nostro Paese, siano tra i più sottopagati se paragonati ai colleghi del resto del mondo.

come-diventare-vigile-del-fuoco

Le ultime leggi in materia di Forze Armate stanno finalmente cambiando le regole di entrata, permettendo in maniera più semplice ai civili di poter accedere ad eventuali concorsi e posti disponibili.