Si cercano Donatori di Coccole per neonati abbandonati.

Link Sponsorizzati:

mamma abbraccia figlio

Oggi vogliamo parlarvi di un’ “opportunità di lavoro” davvero entusiasmante e particolare: tra le cose più dolci e vere nel mondo vi è sicuramente la relazione inspiegabile che c’è tra una madre e il suo bambino, bisogni naturali di amore che giovano alla salute mentale e fisica delle persone e portano felicità ad entrambi.
Ricordiamo che le prime fasi della vita di un bambino ne forgiano il carattere, la forza, la salute e le sue attitudini. E’ quindi fondamentale poter dedicare del tempo ai bambini e soprattutto donare loro infinito amore, molto più importante di cibo, scuola, vestiti ed altri oggetti materiali.

Lo psicoanalista Renè Spitz ha compiuto una serie di studi su questo argomento spiegando che tutti i neonati che vengono privati di questo affetto nelle prime fasi della vita, come ad esempio coloro che sono negli orfanotrofi o abbandonati negli ospedali appena nati, vanno incontro con il passare degli anni a diversi danni.
Tali danni possono essere molteplici e possono essere di tipo motorio, affettivo, del linguaggio o anche dello sviluppo dell’intelligenza. Addirittura nella sua ricerca Spitz ha fatto notare che il 60% dei bambini che non ricevono alcun amore nei primi mesi di vita si ritrovano a morire prima dei due anni di età, anche senza alcun problema nell’alimentazione o nella propria igiene.

Ci sono quindi diverse associazioni nel mondo che si occupano in maniera volontaria di coccolare i neonati abbandonati nelle prime settimane di vita. I volontari vengono selezionati con cura e partecipano nelle prime fasi della vita dei piccoli, aiutandoli anche nell’inserimento nelle famiglie adottive.
In Italia vi è l’Associazione Dharma che si occupa di questo nobile lavoro e conta ad oggi circa 300 volontari, sperando che l’iniziativa possa presto diffondersi in maniera più capillare.
Vi chiediamo di condividere l’articolo e di diffondere questa bellissima iniziativa.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *