Arriva il Bonus da 1.600 euro per le famiglie sarde: ecco come ottenerlo.

La Regione Sardegna ha finalmente approvato il nuovo provvedimento che prevederà un Bonus da 1.600 euro per le famiglie sarde. Il provvedimento, approvato all’unanimità, sarà attuato grazie a 120 milioni di euro di fondi che saranno suddivisi tra i vari comuni e che porteranno circa 800 euro per le famiglie in difficoltà per i mesi di marzo ed aprile.

bonus 1600 euro sardegna

Va detto che rispetto alla bozza circolata ci sono state delle modifiche che per fortuna sono positive per la popolazione. Come prima cosa è stato infatti cancellato il limite di 10.000 euro depositati dalle famiglie nei propri conti in banca, in questo modo saranno molte più famiglie che potranno richiedere il sussidio, ed anche numerosi lavoratori attualmente a casa rientreranno nella platea dei beneficiari. Secondo le prime stime della Regione Sardegna, con gli attuali paletti saranno circa 50.000 le famiglie che avranno accesso al Bonus.

Per poter richiedere il bonus da 1.600 euro basterà un’autocertificazione con dichiarazione spontanea con cui la Regione spera di intraprendere un rapporto fiduciario con i cittadini. I controlli saranno effettuati solo successivamente, e saranno per tutti. Un rappresentante della famiglia dovrà quindi fare la domanda direttamente al comune di residenza, dichiarando che il reddito di febbraio e marzo è stato inferiore agli 800 euro, autocertificando lo “stato di oggettiva difficoltà”. La Regione ha inoltre introdotto nel provvedimento un bonus aggiuntivo di 100 euro a persona per le famiglie che hanno più di tre componenti.


Tale bonus potrà essere incassato anche dalle partite iva che hanno ottenuto il sussidio di 600 euro o dai cittadini che percepiscono reddito di inclusione o reddito di cittadinanza. L’importante è che non venga superata la quota totale di 800 euro per i mesi di marzo ed aprile. Sono esclusi invece i lavoratori dipendenti le cui aziende non hanno chiuso o chi ha potuto usufruire di un reddito complessivo superiore ai 1.600 euro per i mesi di febbraio e marzo.

Precisiamo inoltre che i 120 milioni di euro stanziato dalla Regione Sardegna saranno suddivisi tra i vari comuni in base a determinati criteri che comprendono anche il numero di residenti ed attuale percentuale di disoccupazione. Tali dati saranno anche incrociati con l’elenco dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza e delle partite IVA che hanno già ricevuto il bonus da 600 euro erogato dall’INPS per l’emergenza sanitaria.
Non sono state ancora comunicate le eventuali sanzioni che saranno comminate per le autocertificazioni che dichiarano il falso, attenderemo di leggere il provvedimento per potervi aggiornare su tale notizia.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.