Come diventare Poliziotto: informazioni e concorsi pubblici.

Link Sponsorizzati:

polizia penitenziaria nuove assunzioni

Il ruolo del Poliziotto è sempre stato molto controverso nel nostro paese, infatti spesso a causa di alcuni che maleinterpretano il ruolo, l’intero Corpo di Polizia subisce una serie di processi mediatici che portano una buona parte della popolazione a diffidare di chi, con il suo ruolo, dovrebbe proteggere la gente perbene dai malintenzionati.

Nonostante tutto, il ruolo del Poliziotto è comunque uno dei lavori spesso più ambiti, ed è a tutt’oggi il desiderio di molti ragazzi, quindi speriamo di potervi aiutare con questo articolo a chiarire i principali punti per poter aspirare a diventare Agente della Polizia di Stato.
Prima di tutto, come forse potrete immaginare, il Poliziotto è un Pubblico Ufficiale, con i suoi diritti e doveri, ed ha il compito di garantire la sicurezza pubblica e può essere assegnato a diversi reparti, come quello della polizia ferroviaria o marittima, alla polizia stradale, ai Nocs, al reparto mobile o al 113.

Fino a diversi anni fa per poter diventare Poliziotti bisognava fare domanda al Corpo di Polizia dopo aver terminato il servizio militare, invece oggi, dal momento che il suddetto servizio è diventato volontario e non più obbligatorio, per poter diventare Agente della Polizia di Stato bisogna vincere un concorso pubblico solo dopo aver prestato servizio militare in ferma volontaria prefissata di un anno nell’Esercito, nella Marina o nell’Aeronautica Militare, quindi non perdete di vista i bandi di concorso che il Ministero dell’Interno pubblica per i volontari in ferma prefissata, solitamente a scadenza regolare.
Come tutte le professioni, anche quella del Poliziotto richiede che vengano soddisfatti una serie di requisiti obbligatori:

  • possesso della cittadinanza italiana
  • possesso di una licenza media
  • età compresa tra 18 e 30 anni
  • possesso dell’idoneità psico fisica per la mansione
  • volontari in ferma prefissata di uno o quattro anni
  • non essere mai stati espulsi dalle Forze Armate o licenziati da una Pubblica Amministrazione
  • non avere ricevuto alcuna condanna penale e non essere sotto processo per un delitto penale non colposo
  • non avere mai offeso le Istituzioni Democratiche o la Costituzione Repubblicana

Come tutti i concorsi pubblici, anche quello per diventare Agente della Polizia di Stato prevede una prova d’esame con un questionario a risposta multipla con successivo accertamento delle capacità psico fisiche. A tutti i candidati è richiesta la conoscenza di una lingua straniera a scelta tra francese, inglese e tedesco, che deve essere corredata da discrete capacità informatiche per le pratiche di base.

Tutti i candidati ritenuti idonei e vincitori del concorso vengono ammessi alla Scuola di Polizia che prevede un corso di formazione di 6 mesi, e a meno di risultati pessimi si accede ad un periodo di altri 6 mesi come Agenti di Prova, prima di diventare a tutti gli effetti Agenti della Polizia di Stato.
In una prima fase l’Agente sarà assegnato in un Comune diverso dal Comune di Residenza, solo dopo un periodo di ambientamento si potrà richiedere la destinazione definitiva vicino casa.

Tutti gli interessati devono quindi tenere d’occhio il sito del Ministero dell’Interno dove vengono pubblicati i bandi di concorso per le Forze Armate, ed in questo caso anche il sito ufficiale della Polizia di Stato può recare le informazioni che cercate.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.