Concorsi Difesa: come partecipare, requisiti generali e come candidarsi.

Chi desidera una carriera nell’Esercito, nell’Aeronautica o nella Marina Militare deve avere dei requisiti specifici e una preparazione adeguata, indispensabile anche per poter partecipare ad alcuni Concorsi Difesa e avere accesso ai percorsi professionali.

concorsi difesa forze armate

Periodicamente vengono pubblicati bandi pubblici di Concorsi Difesa a cui è possibile partecipare per entrare a far parte delle Forze Armate, ma per potervi accedere sono necessari dei requisiti specifici e un adeguato percorso formativo.

Le Forze Armate in Italia

Le Forze Armate italiane hanno il compito prioritario di difendere lo Stato, operano per assicurare la pace e la sicurezza del popolo.
Svolgono compiti di sicurezza pubblica nei casi di calamità e in quelli straordinari di necessità e urgenza, salvaguardano le libere istituzioni, vengono impiegati in missioni internazionali e pattugliano coste e confini

In Italia, il supremo comandate militare delle forze armate o comandate in capo è Il Presidente della Repubblica, ai quali i militare sono chiamati a rispondere.
Fanno parte delle Forze Armate Italiane:

  • Esercito Italiano
  • Marina Militare
  • Aeronautica Militare
  • Arma dei Carabinieri

Con il Decreto Legislativo 5 ottobre 2000 n. 297, l’Arma dei Carabinieri è stata inserita nell’ambito del Ministero della Difesa come Forza Armata. È inquadrata come forza militare di polizia che si occupa della sicurezza pubblica generale.
Accanto a questi corpi militari, ci sono altre istituzioni formalmente civili con funzioni molto simili alle Forze Armate: Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Guardia di Finanza e Corpo militare della Croce Rossa Italiana. È possibile accedere a questi ruoli solo dopo un anno di ferma nelle Forze Armate.

Come entrare nelle Forze Armate Italiane

È possibile avere accesso nelle Forze Armate italiane tramite diversi percorsi, come: concorsi difesa pubblici aperti a tutti ma con requisiti specifici; concorsi interni per i militari in servizio che vogliono salire di grado o di ruolo.
Dopo aver superato il concorso difesa, bisogna obbligatoriamente fare un periodo di formazione prima di entrare ufficialmente nelle Forze Armate.

Mentre in passato questo percorso era rivolto solo agli uomini, grazie all’approvazione della Legge n. 380/1999, anche le donne possono prendere parte ai concorsi difesa e arruolarsi nei vari corpi dell’Esercito, dell’Aeronautica e della Marina Miliare. Per l’accesso sono richiesti gli stessi requisiti e previste le stesse modalità di accesso degli uomini.
Nel 2004 è stato abolito il servizio di leva obbligatorio e il reclutamento del personale da impiegare nelle forze militare avviene tramite concorsi pubblici.


C’è un percorso ben preciso da seguire per poter entrare a far parte delle Forze Armate italiane: il primo livello è il volontario in ferma prefissata di un anno (VFP 1), possono accedervi i giovani dai 18 ai 25 anni, che posseggono almeno il diploma di scuola superiore.
I bandi pubblici attuali per il VFP 1 prevedono quattro periodi di ammissione ogni anno che vengono scaglionati in base alla data di nascita dei giovani partecipanti.

La ferma di un anno può anche essere prorogata per altri 12 mesi su esplicita richiesta. Dopo aver fatto 1 o 2 anni di ferma, si può accedere alla ferma quadriennale (VFP 4), che a sua volta, può essere prorogata per altri due anni.
Possono accedere al corpo dei VFP4, seguendo un altro percorso, gli atleti che hanno conseguito dei risultati sportivi importanti a livello nazionale. Anche in questo caso l’accesso avviene mediante concorso pubblico ma riservato alla sola categoria.

Dopo la ferma VFP4, la carriera militare prosegue con un altro concorso difesa interna che seleziona i volontari in servizio permanente, che eserciteranno la professione fino all’età di 60 anni.

La carriera all’interno delle Forze Armate

Quando si parla di carriera nelle Forze Armate ci si riferisce ai vari gradi che sono:

  • Sottoufficiali: sergenti e marescialli
  • Ufficiali: tenenti e gradi superiori di comando

Vengono selezionati sempre tramite concorsi difesa interni o tramite percorsi formativi presso istituti superiori come le scuole per allievi ufficiali, oppure, percorsi universitari come le Accademie Militari, il cui accesso è riservato per concorso pubblico.
Il concorso pubblico è lo strumento esclusivo anche per reclutare altri ufficiali con competenze e funzioni specialistiche: psicologici, medici, infermieri, ingegneri.

Invio domanda per i Concorsi Difesa pubblici

È possibile partecipare ai Concorsi Difesa tramite il sito del Ministero della Difesa nell’area riservata all’accesso nelle Forze Armate.
Prima di inviare la propria partecipazione a uno dei bandi è importante verificare di avere tutti i requisiti di accesso richiesti. È sufficiente la mancanza di un solo requisito per vedersi scartare la domanda.

Sulla pagina Concorsi OnLine della Difesa è possibile trovare tutti Concorsi Difesa pubblici, con notizie e informazioni anche sui risultati e le ammissioni.
Dove possibile, è presente un sistema online di compilazione online delle domande di partecipazione ai concorsi pubblici del Ministero della Difesa.
Ulteriori modalità di invio della domanda sono solitamente indicate all’interno del bando del concorso, per cui, è indispensabile leggere sempre tutti gli allegati del suddetto bando.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.