Concorso Pubblico per Vigili del Fuoco: 1700 assunzioni in arrivo.

Link Sponsorizzati:

concorso vigili del fuoco lavoro

Il segretario generale del Confsal – Federazione Nazionale Autonoma Vigili del Fuoco, Giancarlo Franco, ha riportato i risultati dell’assemblea regionale del comando provinciale di Varese dove sono stati confermati gli stanziamenti straordinari del Governo della Legge di Stabilità che saranno usati per aumentare le buste paga dei Vigili del Fuoco già in esercizio e di assumere 1.700 nuove risorse.

Il finanziamento di 103 milioni di euro permetterà quindi di accontentare le richieste che da anni arrivavano dai Vigili del Fuoco: stipendi più alti e più unità per poter gestire e fronteggiare le emergenze. Di questi 103 milioni, circa 80 saranno utilizzati per aumentare le buste paga dei lavoratori, permettendo di adeguarle alle altre forze dei corpi dello Stato.
Giancarlo Franco ha rilasciato una dichiarazione: “siamo felici di non far parte del comparto sicurezza in quanto non facciamo parte di chi si occupa dell’ordine pubblico, ma di quelli che si occupano del soccorso pubblico. Siamo felici dello stanziamento del Governo e di poter impiegare i fondi in nuove assunzioni e, finalmente, per aumentare le buste paga dei nostri lavoratori, purtroppo sottopagati per il mestiere dedicato che svolgono”.

Ancor più importante sottilineare che le nuove assunzioni andranno finalmente a tamponare l’incredibile carenza di organico che i Vigili del Fuoco fanno registrare un po’ in tutta Italia, con i lavoratori che spesso si sono sobbarcati più turni per sopperire alle carenze.
Tutti gli interessati agli eventuali futuri bandi di concorso per entrare nei Vigili del Fuoco possono visitare il sito ufficiale presso la sezione Concorsi dove vengono pubblicati tutti i dati eventuali per poter effettuare iscrizione e svolgere i concorsi stessi.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *