Contributi a fondo perduto per l’imprenditoria giovanile: disponibili 50 milioni di euro.

Link Sponsorizzati:

imprenditoria-giovanile3

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato nuovi fondi per favorire l’imprenditoria giovanile e femminile. Sono stati disposti 50 milioni di euro per l’autoimprenditorialità delle donne che potranno ora inoltrare la loro domanda per ricevere i fondi entro e non oltre il 13 Gennaio 2016.

Il decreto che fissa le regole della concessione di tali fondi è quello n.240 del 8 Luglio 2015 e stabilisce che le agevolazioni sono rivolte alle donne e ai giovani fino ai 35 anni per favorire lo sviluppo di piccole imprese. La gestione dei fondi è stata affidata ad Invitalia, un’Agenzia Nazionale che si occupa dello sviluppo d’impresa dei giovani.

Possono richiedere i fondi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico tutti i giovani tra i 18 e i 35 anni e tutte le donne, senza alcun limite. I fondi saranno concessi solo alle società che sono attive da meno di un anno o alle società che stanno per nascere entro 45 giorni dalla domanda.

Le agevolazioni non saranno concesse a fondo perduto, ma tramite mutui a tasso zero della durata di massimo 8 anni che permetteranno investimenti non superiori agli 1,5 milioni di euro e che non superino il 75% delle spese.

Nel decreto sono indicati anche tutti i settori che possono accedere alle agevolazioni, dove possiamo notare la presenza di industria, artigianato, agricoltura, servizi alle persona, turismo e commercio di beni e servizi, ma anche settori più rilevanti come la valorizzazione del patrimonio culturale e soddisfazione dei bisogni sociali.

Per richiedere i fondi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico potete fare domanda fino al 13 Gennaio 2016, esclusivamente online, seguendo la procedura indicata sul sito ufficiale di Invitalia.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *