Di Maio: “Da Febbraio assegni da 780 euro a poveri e invalidi”

Luigi Di Maio afferma che da Febbraio arriveranno gli assegni da 780€ per Poveri e Invalidi.

Mentre l’Unione Europea e gran parte delle opposizioni continuano a contestare e a ironizzare sulla nuova manovra finanziaria e la riforma delle pensioni, il Governo del Movimento Cinque Stelle e della Lega di Salvini, presieduto dal Premier Giuseppe Conte, sembra voler continuare sulla sua strada con l’introduzione dell’ormai famosa Quota 100 che permetterà di andare in pensione in maniera più facile a tutti i lavoratori.

Link Sponsorizzati:

La Quota 100 però non sarà l’unica novità in tema di pensioni, come confermato dal Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, che ha parlato delle variazioni che subiranno le pensioni minime e le pensioni per gli invalidi: da febbraio 2019, infatti, tutti gli invalidi e tutti i pensionati sotto la soglia di povertà potranno ricevere un assegno mensile da 780 euro, ovviamente nel caso vengano rispettati certi requisiti.

Il ministro del Lavoro ha infatti confermato che nonostante le critiche e le minacce dell’Unione Europea, il Governo non ha nessuna intenzione di modificare le modifiche in tema di pensioni e di reddito di cittadinanza, ma ha aperto solamente a modifiche in termini di tagli alle spese ed altre cose meno importanti. Quota 100 e  pensioni minime non sono quindi in pericolo, come lo stesso Di Maio ha confermato durante la trasmissione televisiva Piazza Pulita, in onda sul canale LA7. “L’Unione Europea ha paura che il modello italiano possa diventare un’esempio per tutti, noi siamo convinti che funzionerà e siamo convinti di voler lavorare solo ed unicamente per il popolo, se ne facessero una ragione e cominciassero a rispettare gli italiani”.

Commenti

comments

17 Responses to Di Maio: “Da Febbraio assegni da 780 euro a poveri e invalidi”

  1. […] dichiarazioni di Luigi di Maio relative ai nuovi assegni da 780€ per i poveri e i disabili, fate click qua e attendete qualche secondo affinchè la pagina carichi […]

  2. Giovanni ha detto:

    Verranno aumentate le pensioni di chi è invalido al 100 per cento o anche di chi ha un invalidità compresa tra il 74 e il 99 per cento ?

  3. Giovanni ha detto:

    Non capisco perché un invalido al 100×100 di 20 anni non a gli stessi diritti di uno di 65 per quanto riguarda la pensione di cittadinanza…..

  4. gino ha detto:

    mi chiamo gino ho una pensione di inabilita al lavoro ottenuta col minimo contributivo x 582 euro e una pensione di invalido civile al 100 x100 x 282 euro quale delle due mi verra aumentata e che dochumenti bisogna presentare x ottenere l’aumento grazie x la risposta

    • Gaetano ha detto:

      era che qualcuno si occupasse
      alle fasce deboli. Ciao e grazie

  5. gianni imbesi ha detto:

    Mi pare che si stia facendo una grande confusione. Era stato dichiarato che per chi aveva una pensione minima, l’assegno veniva aumentato a 780 euro. Viene fuori adesso che anche chi ha una pensione minima non riceverà l’integrazione di cittadinanza direttamente in banca o in posta, ma come per il reddito di cittadadinanza, dovrà essere in possesso della tesserina gialla per poter incassare l’integrazione. Tutto ciò comporta spese ulteriori e difficoltà per il pensionato a entrare in possesso della famigerata tesserina gialla. Non è più semplice per l’INPS applicare la cifra necessaria per raggiungere i 780 euro direttamente sul conto dello stesso pensionato? Grazie dell’attenzione!!!

  6. Stefania ha detto:

    Buonasera volevo sapere se viene aumentato anche chi prende l’accompagnamento grazie mille

    • Giuseppe ha detto:

      Perché alcune leggi non sono spiegate correttamente mi spiego la legge Inps dice chi e stato dichiarato invalido prima dei 65 anni non fa cumulo con la moglie perché mi fanno il reddito come un pensionato sociale normale e non invalido che il reddito e di 16950 euri chi li capisce e bravo

  7. Giorgio Luciano accordi ha detto:

    Allora io che prendo 520€ al mese di pensione di inabilità che mi danno?

  8. Mohsen kashanian ha detto:

    Salve volevo notizie sull’aumento delle pensioni di invalidità visto che febbraio e gia quasi finito sono un cieco parziale con indennità di accompagno

  9. ANTONINO CARIA ha detto:

    SONO ANDATO IN PENSIONE DOPO 40 ANNI DI CONTRIBUTI VERSATI FRA INDUSTRIA E ARTIGIANATO, HO 83 ANNI, HO UNA PENSIONE DI 665 EURO, E MIA MOGLIE 82 ANNI NE PRENDE 6OO, ,RIENTRIAMO CON LA QUOTA 780?

  10. ToniaAste ha detto:

    E per le indennità di frequenza scusate?????

  11. Franca Trezza ha detto:

    Ho la pensione di riversibilita’ di mio marito, €510,00,ho 60anni e volevo sapere se x me ci può essere una integrità maggiore, se non fosse x i miei figli che mi danno una mano, farei la fame.

  12. Franca Trezza ha detto:

    Fra poco andremo tutti a rovistare nei cassonetti

  13. INPS di IcASERTA ha detto:

    come al solito fatta la legge trovato l’inganno,mia nipote di anni 47 è invalida all’85 per cento ,feci male a non impugnare l decisione dell’ INPS di Caserta,come ho sentito a lei non spetta l’aumento perchè non è invalida al 100 per cento,vorrei farli vivere a loro con 285 euro al mese,mia nipote ha bisogno di essere assitita continuamente,ora ci sono io e mia moglie e qualche amica che ci dà una mano ma quando non ci saremo più come farà ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *