Ministero Giustizia: Concorso Pubblico per 250 nuovi posti di lavoro.

Link Sponsorizzati:

Concorso Pubblico: Ministero di Giustizia cerca 250 nuovi Addetti in Italia.[..]

lavorare in sardegna

E’ stato pubblicato un nuovo bando di concorso da parte del Ministero della Giustizia per stilare una graduatoria di candidati al fine di assumere risorse da impiegare come Assistenti Sociali all’interno della Pubblica Amministrazione. Secondo quanto indicato nel bando di concorso, saranno assunte ben 250 persone con contratti a tempo indeterminato come personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità.

Tutti i candidati devono rispettare una serie di requisiti obbligatori:

  • possesso della cittadinanza italiana o di un qualsiasi stato membro dell’Unione Europea o di un qualsiasi stato straniero purchè in possesso di regolare permesso di soggiorno
  • età superiore ai 18 anni
  • possesso dell’idoneità psico fisica per la mansione da svolgere
  • non avere ricevuto alcuna condanna penale e non essere sotto processo per un delitto penale e non colposo
  • non avere alcun impedimento ad essere assunti in una Pubblica Amministrazione e non esserne stati licenziati in passato
  • possesso di una laurea in Scienze del Servizio Sociale con possesso dell’abilitazione alla professione di Assistente Sociale ed iscrizione all’Albo Professionale
  • possesso di qualità morale e condotta incensurabile

Il concorso prevede lo svolgimento di due prove scritte ed una prova orale, con l’aggiunta di una prova preselettiva se i candidati al concorso dovessero superare i 1.000 iscritti.

Come Candidarsi:

Tutti gli interessati al concorso come Assistenti Sociali devono inviare la domanda di candidatura nelle modalità indicate all’interno del bando di concorso, ovvero seguendo la procedura telematica presente sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia. Tutto questo va fatto entro e non oltre la data di scadenza del bando di concorso, fissata al giorno 11 Marzo 2018.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.