Pensione di cittadinanza: moltissimi anziani percepiscono 76€ al mese.

Dopo una prima fase di analisi la pensione di cittadinanza sembra un sogno per la maggior parte degli anziani e per i pochi che riescono ad ottenerla vi sono una serie di problemi di natura fiscale.

anziano povero

Lo studio è stato condotto dalla UIL che ha analizzato che  per alcuni anziani single vi è una pensione di 76 euro, ma per la maggior parte delle persone vi sono grandi problemi di accessibilità al provvedimento. E’ per questo motivo che dai sindacati sono arrivate diverse proteste dirette al Governo che dovrà quindi riparare alla situazione, in modo da allargare la platea che possa accedere alla pensione di cittadinanza.


Secondo la UIL: “La maggior parte degli anziani che riceve un assegno sociale ed una pensione minima non riesce ad accedere alla pensione di cittadinanza in quanto il reddito annuale va oltre la soglia prevista. Si tratta di un’assurdità in quanto la maggior parte degli anziani non potrà accedere al tanto pubblicizzato provvedimento, gli unici che potranno accedere alla pensione di cittadinanza saranno degli anziani single con una casa in affitto, per i quali sono previsti 76 euro al mese, una nullità”.

Secondo i calcoli pubblicati dal quotidiano nazionale Il Messaggero una coppia over 67 non può usufruire dell’integrazione della pensione di cittadinanza, poichè il reddito massimo è fissato a 10.584 euro, che sale a 13.104 euro per le coppie con una casa in affitto.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/newslavoro.com/htdocs/wp-content/themes/MaxiMagazine/functions.php on line 178