Prelievo forzoso sui conti correnti bancari: è arrivato l’ok del Parlamento.

Link Sponsorizzati:

prelievo forzoso

Dal 14 maggio il Parlamento ha praticamente legittimato il bail in con l’approvazione di un disegno di legge imposto da Bruxelles che di fatto legittima appunto il prelievo forzoso, ovviamente sui loro conti correnti in banca. Ma in cosa consiste tale prelievo? Il decreto sopra nominato sostanzialmente legittima le banche ad utilizzare i soldi di chi nelle stesse ha depositi superiori a 100 mila euro per saldare o far fronte a quelle che sono le loro sofferenze e perdite economiche.

Dunque, tutti i possessori di conti di importi superiori ai 100 mila euro potranno essere “derubati” qualora gli stessi istituti di credito presentino dei buchi di bilancio, e come ben sappiamo in Italia ad oggi sono davvero tantissimi. Tale legge, inoltre, è stata praticamente approvata da tutti, tranne Lega Nord e Movimento Cinque Stelle che si sono mostrati nettamente contrari.

Tale legge, rischia di portare comunque i correntisti a ritirare il loro denaro dalle banche italiane e quindi di conseguenza gli Istituti di credito rischiano di fallire. In realtà l’obiettivo non sarebbe altro che poter dare la possibilità alle banche di poter raccogliere la maggior quantità di soldi possibile, e come ben sappiano alle nostre banche italiane ad oggi ne servirebbero di soldi. Bankitalia ed Abi, per tutte proprio in questi giorni hanno diffuso le cifre spiegano che per far fronte alle loro sofferenze servirebbero circa 190 miliardi di euro.



Commenti

comments

4 Responses to Prelievo forzoso sui conti correnti bancari: è arrivato l’ok del Parlamento.

  1. Rosanna ha detto:

    Andate sui conti dei politici tutti che ha 190 miliardi ci arrivate senza rompere il c….o al popolo ..

  2. Audiolive ha detto:

    …credo sia una megabufala o reinterpretazione apocalittica di una legge che non prevede affatto quanto indicato nell’articolo: Primo, sarebbe costituzionalmente impossibile, secondo, le banche italiane nel giro di settimane fallirebbero tutte, nessuna esclusa, terzo le banche straniere aprirebbero agli italiani i loro istituti di credito con proposte molto allettanti d’investimento magari anche in altri settori, quarto, qualcuno investirebbe in lingotti d’ oro ( nella peggior ipotesi) e lo nasconderebbe sotto al pavimento, in polizze assicurative, in altri settori postali, privati tranquilli e redditizi…. le banche italiane sparirebbero: bufala credo…o cattiva interpretazione.

  3. giuglio ha detto:

    ma questa legge vale anche per chi possiede conto in posta?? dato che la posta è per meta’ statale, comunque questa è dittatura!! chi mi sa dire qualcosa? grazie

  4. Lisa ha detto:

    lavoro presso un noto istituto bancario italiano .. Nonostante ciò vi dico che sono indignata che passi una legge simile !! È una truffa vera e propria ai danni di tutti noi risparmiatori che ci mettiamo una vita ad accantonare se riusciamo due soldi da godere forse o da lasciare ai nostri figli di cui il futuro è così incerto . Non se ne può più !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *