Reddito di cittadinanza: arriva l’aumento di 780€ al mese.

Il reddito di cittadinanza, il sussidio introdotto per dare un aiuto alle famiglie in povertà, ha ricevuto degli aumenti agli importi per 780 euro.

reddito di cittadinanza per disoccupati

Si tratta di un sostegno economico che interessa numerosi beneficiari sul territorio, ma nonostante questo è un sussidio decisamente combattuto ed al centro del dibattito politico, con diversi esponenti dei vari partiti italiani che parlano di eliminarlo o quantomeno ridiscuterlo per evitare che possano esserci persone che lo percepiscano senza averne diritto.

Anche il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha parlato del Reddito di Cittadinanza definendolo una misura fondamentale per aiutare le famiglie in difficoltà, ma ha aperto ad alcune modifiche o cambiamenti che saranno discusse nel corso delle prossime settimane.
E’ stato inoltre introdotto un nuovo bonus famiglia che va a sommarsi al Reddito di Cittadinanza: si tratta di un sussidio che viene erogato ai nuclei familiari che contano almeno un figlio di età non superiore a 18 anni.

Gli aumenti promessi per il Reddito di Cittadinanza sono stati introdotti con la Legge di Bilancio 2021 ed inoltre con il decreto 115 emesso da parte del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, in collaborazione con il Ministro dello Sviluppo economico ed il Ministro dell’Economia e delle finanze. Una modifica importante del Reddito di Cittadinanza prevede di favorire la “auto imprenditorialità”, garantendo a coloro che avviano un’attività lavorativa autonoma un accredito più corposo.

Tale aumento può arrivare fino ad un massimo di 780 euro al mese per un totale di sei mensilità, quindi per una cifra totale che non può mai superare i 4.680 euro. Il calcolo dell’assegno unico verrà effettuato sempre tenendo conto del valore ISEE relativo al nucleo familiare con un importo di 167,50 euro al mese per ogni figlio con valore a scalare.

Per poter percepire il bonus addizionale, il beneficiario del Reddito di Cittadinanza dovrà aver avviato un’attività autonoma nel corso dei primi dodici mesi dall’inizio del sussidio ed è necessario che tali persone non abbiano cessato tale attività. Ovviamente il beneficiario non dovrà aver già percepito precedentemente lo stesso bonus per l’auto imprenditorialità.

Per poter richiedere l’assegno addizionale, il percettore del Reddito di Cittadinanza dovrà visitare il sito dell’INPS scaricando il modello RdC-Com Esteso ed inviarlo correttamente compilato direttamente sul sito dell’ente, accessibile tramite credenziali SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Carta di Identità Elettronica. Per quanto riguarda invece l’assegno unico temporaneo, non bisognerà presentare alcuna domanda, tutti coloro che potranno riceverlo andranno a percepirlo automaticamente, e la quota sarà calcolata automaticamente in base all’ISEE.

Articoli che potrebbero interessarti:

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button