Reddito Emergenza: informazioni, importo e come ottenerlo.

Cosa cambia riguardo al Reddito Emergenza col nuovo Decreto Agosto, a sostegno delle famiglie ed aziende? L’esecutivo ha dichiarato che ci sono stati dei cambiamenti di scadenza dello stesso (REM) e di un nuovo importo. Quindi come accedere e come richiedere la terza mensilità della misura assistenziale, con i nuovi requisiti?

Reddito di emergenza 2020 2021

Col famoso Decreto Rilancio, il Governo a varato i fondi a copertura anche del Reddito Emergenza, ma cos’è il Reddito Emergenza?

Cos’è e a chi spetta il Reddito Emergenza?

Il Reddito Emergenza (REM) è una misura straordinaria, quindi temporanea, introdotta per sostenere in breve periodo quelle famiglie che si ritrovano in difficoltà economica, a causa dell’emergenza sanitaria ed economica stessa generata dalla pandemia da Covid-19.
Infatti sono migliaia le famiglie in difficoltà quest’anno, e si stima un peggioramento per l’inizio del 2021.  Un anno da dimenticare sotto il profilo economico, con il lockdown che ha inciso sui bilanci finanziari di tantissime famiglie ed aziende, oltre che alla diminuzione d’acquisto.

Quindi nel nuovo Decreto Rilancio il Governo a varato tanti bonus e redditi, tra cui il reddito emergenza, per sostenere le famiglie in difficoltà in via temporanea.
I nuclei in possesso di determinati requisiti, posso richiedere il reddito emergenza, solamente in via telematica, attraverso il servizio online dell’INPS, oppure attraverso patronati o CAF, prima entro il 31 Luglio, ora con scadenza prorogata al 15 Ottobre 2020.
L’ammontare della cifra da ricevere, varia in base a diversi parametri che dopo spiegherò, fino a 840 euro.

Requisiti per accedere al Reddito di Emergenza:

Non tutti possono accedere e quindi presentare la domanda per richiedere il Reddito Emergenza (REM), misura temporanea distribuita dall’INPS, solo a beneficiari che si attengono ai requisiti stabiliti.
Come già detto la domanda di presentazione è stata prorogata al 15 Ottobre e quindi non più al 31 Luglio come prima stabilito. L’INPS ha pubblicato tutti i criteri di accesso alla richiesta del reddito in questione, con la circolare n. 69 del 3 giugno 2020.

I beneficiari per poter richiedere la quota aggiuntiva del REM dovranno possedere all’atto dell’istanza i requisiti sanciti dall’articolo 23 del decreto Agosto insieme ai criteri stabiliti precedentemente, tra cui:

Link Sponsorizzati:

  • per presentare la domanda è necessario che l’ammontare del reddito familiare, corrispondente al mese maggio 2020, risulti essere minore del valore del REM, così come sancito dall’articolo 23 del decreto Legge n. 104/2020. Nello specifico, si fa riferimento stabilisce, al principio di cassa.
  • prima dell’inoltro dell’istanza è necessario che siano presenti tutte le generalità previste per la richiesta della misura assistenziale.

Restano inalterati i requisiti generali che consentono la presentazione e l’accettazione della domanda REM dall’INPS.
I beneficiari possono presentare la domanda per richiedere la terza rata del REM, se in possesso dei requisiti fissati nel decreto, tra cui:

  • possono presentare l’istanza i beneficiari se residenti nel territorio italiano;
  • possono presentare la domanda i beneficiari il cui importo patrimonio mobiliare nell’anno di riferimento 2019 non superi il limite di 10.000 euro, valore maggiorato di ulteriori 5.000 euro per ogni familiare seguente al primo. In ogni caso, non è possibile superare la soglia limite di 20.000 euro. Se nel nucleo familiare sono presenti disabili il limite reddituale non deve superare i 25.000 euro;
  • indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) dell’importo che non risulti essere maggiore di 15.000 euro.

Quali sono le incompatibilità col Reddito Emergenza?

Molte persone si stanno domandando quali incompatibilità comporta il Reddito Emergenza, quindi le descriverò qui sotto per chiarirti le idee a riguardo:

Se il beneficiario durante questi mesi ha fruito di altre indennità o bonus del valore da 600 fino a 1.000 euro, non può presentare la richiesta per ottenere il REM. Pur presentando la richiesta all’INPS, sarebbe respinta non andando a buon fine. Per normativa il reddito di emergenza è incompatibile con ogni altra forma di indennità erogata attraverso il Cura Italia. Inoltre, non può essere richiesto neanche dai percettori di pensioni.
Con eccezioni che consentono la compatibilità del REM, ad esempio in presenza di assegno ordinario di invalidità. In quel caso non vale la regola prima citata.

Una domanda davvero frequente è: “Il Reddito Emergenza è compatibile col Reddito di Cittadinanza?”.
Ti chiarisco subito che le due misure finanziarie, non possono essere associate tra loro. La normativa è molto chiara a riguardo, il Reddito di Cittadinanza non è associabile al REM e né cumulabile, essendo due strumenti di sostegno al reddito, quindi misure assistenziali.

Reddito Emergenza: Quando e dove presentare la domanda?

Ecco arrivati alla conclusione, con come e dove presentare la domanda di richiesta del Reddito Emergenza.
L’istanza per richiedere la terza rata del REM o per chi non avesse ancora presentato domanda, può essere presentata direttamente:

  • dal portale dell’INPS, accedendovi e seguendo i link interni sul REM
  • dal Call Center al numero 800164 (Da rete fissa) – 06164164 (Da rete mobile)
  • attraverso Patronati o CAF

Invece i tempi e quindi entro quando presentare la domanda, la data ufficiale prorogata è del 15 Ottobre, anche se sul sito ufficiale dell’INPS risulta ancora quella del 31 Luglio. Data valida anche per chi non ha mai presentato domanda del REM, e quindi non ha usufruito delle quote precedenti del Reddito Emergenza.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!