Social Card 2018: requisiti e come ottenerla.

Link Sponsorizzati:

Arriva la nuova Social Card 2018: in quest’articolo vi spieghiamo come richiederla e ottenerla.[..]

social card 2018

Il dopo crisi in Italia è stato un periodo caratterizzato da grandi difficoltà, con il tasso di disoccupazione cresciuto alle stelle che ha portato diverse famiglie sotto la soglia di povertà. I Governi che si sono susseguiti da allora hanno provato a tamponare il problema elargendo sussidi o pensando a degli ammortizzatori sociali, che si sono rivelati magari utili nel breve, ma hanno tolto risorse ed investimenti che stanno oggi rallentando la crescita.

Nell’ultima legge finanziaria il Governo presieduto dal Premier Gentiloni ha introdotto il cosiddetto reddito di inclusione, una misura che è partita dal 1 Gennaio 2018 ed è l’ennesima misura per cercare di contrastare la povertà.
Il reddito di inclusione non è altro che un sussidio mensile erogato attraverso l’uso della Carta REI che si rivolge alle famiglie in grande disagio economico. La Carta REI non è altro che una social card, una carta elettronica di pagamento che serve a prelevare denaro o ad effettuare acquisti e pagamenti tramite pos.

Tale carta viene rilasciata direttamente dal Gruppo Poste Italiane e permette una spesa che può arrivare fino ad un massimo di 539,82 euro, in base alla composizione della famiglia e ad altri fattori.
Il reddito di inclusione è un beneficio che è stato sancito dal Decreto Legislativo numero 147 del 15 Settembre 2017, un sussidio che è andato a sostituire le due misure più utilizzate: l’assegno di disoccupazione ASDI e il sostegno per l’inclusione attiva SIA. Come tutti i sussidi, anche il reddito di inclusione include una serie di requisiti e non è disponibile per tutti.

La social card del reddito di inclusione può essere utilizzata per un periodo non superiore a 18 mesi e può essere prorogata per altri 12 mesi solo in casi eccezionali, come accadeva con la precedente carta acquisti di qualche anno fa, studiata per lo stesso motivo.
Con l’ultima legge di Bilancio 2018 è stato finalmente aumentato il valore massimo del sussidio erogabile, portandolo ad un valore di 6.477,90 euro all’anno (539,82 euro al mese) dai precedenti 5.824 euro all’anno (485,41 euro al mese).

All’interno del Decreto Legislativo 147 / 2017 e nella Circolare INPS n.173 dello scorso 22 Novembre 2017 sono indicati tutti i requisiti che i cittadini devono rispettare per poter richiedere la social card 2018 e il reddito di inclusione.
Vi riportiamo di seguito tutti i requisiti richiesti:

  • possesso della cittadinanza italiana o dell’Unione Europea, oppure di un’altra cittadinanza purchè in possesso di un diritto di soggiorno permanente valido e riconosciuto
  • residenza in Italia da almeno due anni
  • un ISEE del proprio nucleo familiare che non deve superare 6.000 euro, un patrimonio immobilare e mobiliare che non superino 20.000 e 10.000 euro
  • nessuna persona appartenente al nucleo familiare deve percepire alcun sussidio sociale come NASPI o altri ammortizzatori e non devono possedere autoveicoli o motoveicoli immatricolati da meno di due anni
  • nella famiglia dev’esserci almeno un minorenne, un disabile, una donna in gravidanza o un disoccupato che abbia età superiore a 55 anni

Secondo quanto indicato nella legge, dal 1 Luglio 2018 andranno a decadere i requisiti familiari, ma rimarranno solo quelli economici, in modo da estendere la Social Card a più persone che ne hanno bisogno. Per poter ovviamente richiedere il reddito di inclusione e la social card, occorre iscriversi alle liste di attivazione sociale e lavorativa nel proprio Comune di Residenza, al fine di rendersi disponibili per eventuali lavori o corsi di formazione.
Tutti coloro che riceveranno la Social Card saranno comunque controllati dall’INPS: la carta ha una validità totale di 3 anni, ma può essere sospesa, disattivata o comunque messa in discussione dallo stesso Istituto di Previdenza Sociale se andranno a decadere i requisiti richiesti per l’uso della stessa.

La Social Card si comporta come un vero e proprio bancomat, è infatti possibile prelevare fino a 240 euro di contante ogni mese, effettuare acquisti in qualsiasi negozio che possiede un POS, pagare le bollette e le utenze domestiche, poter usufruire di alcuni sconti, soprattutto nelle farmacie. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha comunque messo a disposizione un comodo file PDF che comprende tutte le istruzioni su come utilizzare la Social Card 2018.
L’importo della social card varia in base alle condizioni del nucleo familiare. Ad esempio una famiglia composta da un singolo componente può ricevere un minimo di 2.250 euro all’anno (187,50 euro al mese), ma questo importo tende a salire con la presenza di altre persone all’interno del nucleo familiare secondo una tabella presente all’interno del sito INPS sulla pagina relativa alla Social Card 2018.

Come Richiederla:

Per richiedere la carta è possibile seguire queste istruzioni, in ogni caso la domanda va effettuata presso il proprio Comune di Residenza o tramite CAF e Patronati. In caso di accettazione della domanda, la Social Card andrà ritirata presso un Ufficio Postale Abilitato.



Commenti

comments

5 Responses to Social Card 2018: requisiti e come ottenerla.

  1. Eleonora ha detto:

    Gradirei sapere se è obbligo avere un disabile in famiglia

  2. Stefania ha detto:

    ho fatto la domanda a gennaio ancora non è arrivato niente

  3. Zahra ha detto:

    Salvi ho fatto la domanda carta rei è non c’è ancura è già chiamato è fermato il 7. 2 2018 grazie

  4. Barbara ha detto:

    Viene da chiedersi ma che cos e questo reddito di inclusione?Io ho un disabile in famiglia 67 x cento,quindi nn percepiamo niente,un minore, sono in cinta,un isee di 3600€,siamo disoccupati nn possediamo neanche la casa e la carta e’ stata rifiutata!che senso ha essere cittadino italiano?lasciano noi in balia delle onde

  5. Anna ha detto:

    Ho fatto domanda a gennaio,mi è stata accettata ma ancora non arriva niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.