Viaggiare GRATIS lavorando pochissime ore: oggi si può grazie al wwoofing.

Il nuovo trend in tema di turismo prevede vitto e alloggio in cambio di poche ore di lavoro in fattoria o nei campi, una novità che col passare degli anni sta avendo sempre più interessati.

Sono infatti aumentati anche i vari siti che offrono esperienze di lavoro in fattoria in tutto il mondo che prevedono impegni di pochi giorni, settimane o mesi con un compenso e la fornitura di vitto e alloggio.

Un esempio viene direttamente dalla Danimarca dove ogni estate vengono ricercati lavoratori per la raccolta delle fragole con un compenso di circa 2.150 euro al mese con la fornitura di vitto e alloggio.


Il fenomeno è stato battezzato con il termine wwoofing che deriva da Wwoof – World Wide Opportunities on Organic Farms, un movimento nato nel 1971 in Inghilterra dall’idea di Sue Coppart, una signora inglese che durante i week end frequentava le campagne nei dintorni di Londra per allontanarsi dalla città. In ogni Paese oggi giorno è possibile trovare numerose fattorie biologiche che praticano agricoltura sostenibile che sono “iscritte” al Wwoof.

Tutti i volontari che accettano di lavorare nell’ambito del progetto possono essere assegnati ad attività di fattoria come raccogliere frutta o verdura, giardinaggio oppure dedicarsi alla cura degli animali. Alcune aziende possono richiedere anche lavori più specifici come l’apicoltura o il trattamento di erbe aromatiche, ma in linea di massima non bisogna essere già pratici del mestiere di agricoltore, ma bisogna semplicemente essere motivati ed avere voglia di imparare. Tali opportunità sono spesso raccolte da giovani studenti, ma in taluni casi hanno aderito al wwoofing anche degli adulti o intere famiglie.

Anche in Italia sono presenti numerose aziende che partecipano al Wwoof: per poter accedere alla rete bisogna effettuare un’iscrizione che prevede il pagamento di una quota associativa di 35 euro, dopodichè si può entrare in contatto con le oltre 700 aziende che fanno parte del Gruppo.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/newslavoro.com/htdocs/wp-content/themes/MaxiMagazine/functions.php on line 178