Zero tasse e mare da sogno: il paradiso dista solo 2 ore dall’Italia.

Link Sponsorizzati:

portogallo foto

L’Italia è un paese dove le tasse strangolano tutti, dai lavoratori, agli imprenditori e i pensionati, ed è per questo che diversi paesi stanno cercando di attrarre i pensionati italiani ed europei svantaggiati tra i loro confini.
Il Portogallo ad esempio offre 10 anni di pensione esentasse se si raggiunge lo status di “residenti non abituali”, ottenibile vivendo 183 giorni in un anno nel paese. Basta solo questo, e l’Inps accrediterà la pensione lorda e il fisco non preleverà nessuna tassa.

Da questa cosa ci guadagnano tutti: il pensionato italiano può guadagnare improvvisamente 1200 euro mensili, mentre il Portogallo ne guadagna in Pil, addirittura è stato calcolato che con 50.000 pensionati si possono fatturare 2 miliardi di euro annui.
E l’esecutivo portoghese ha avuto ragione, poichè sono stati attirati centinaia di inglesi, 5000 francesi e sono previste altri centinaia di migliaia di arrivi di pensionati europei in fuga dalle tasse.
E non si possono biasimare queste persone, poichè semplicemente vivendo in un posto bellissimo possono vedere lievitare la propria pensione di oltre il 30% in maniera perfettamente legale.

Anche Marcello Menichetti, responsabile della Camera di Commercio Italia-Portogallo ha commentato la cosa: “il passaparola si sta diffondendo, riceviamo oltre 30 richieste di spiegazioni e chiarimenti sulla vicenda“, ma sono soprattutto le varie testimonianze dei pensionati felici a fare la miglior pubblicità alla cosa, come ad esempio quella di Luisa: “guadagnavo in Italia 840 euro al mese che in Portogallo sono diventati 1200, l’affitto è molto più basso, la gente è accogliente ed il Paese è molto più sicuro, una scelta che rifarei oggi stesso”.
Considerate che per le procedure d’espatrio bastano 400 euro, tutto incluso, quindi meditate…



Commenti

comments

4 Responses to Zero tasse e mare da sogno: il paradiso dista solo 2 ore dall’Italia.

  1. Tommaso Felici ha detto:

    Il Portogallo, che accoglie tanti pensionati anziani che non pagano più le tasse in Italia, cosa ci guadagna se dovrà assicurare loro una assistenza sanitaria almeno pari a quella che hanno in Italia e RSA per chi ne ha bisogno? Non deve fare niente perché il diritto all’assistenza sociale e sanitaria resta a carico degli italiani.
    Non è giusto non pagare le tasse e utilizzare i quattrini di chi le paga. Bisogna farle abbassare facendole pagare a tutti, in proporzione a quel che si ha, e controllando che le stesse siano bene utilizzate, non sperperate e non rubate.

  2. aurora ha detto:

    Un paese che ci tiene al proprio popolo non gli mette il cappio al collo! Classe politica che pensa solo a riempirsi le tasche…quanti soldi si risparmierebbero se avessimo governanti che come priorità avessero il bene comune. Loro, vestiti di grandi firme, scarpe da migliaia di €, stipendi da favola e tutto spesato. Basta!!! è ora di finirla di farsi spennare come polli. Quanti morti hanno sulla coscienza…eppure, come se nulla fosse. Qui si pagano le tasse solo per mantenere questi “Signori” del parlamento della provincia e delle regioni. Tutto il resto non funziona… Ma, arriveranno le elezioni!!!!

  3. Giancarlo Bernardi ha detto:

    Per cortesia vorrei saperne di PIÙ su come poter trasferirsi in Portogallo e la documentazione che ci vuole. E se fosse possibile fare qualche mestiere.Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *