Arriva la truffa del bollettino: “Attenzione ai moduli precompilati”.

Link Sponsorizzati:

truffa del bollettino

Una nuova truffa si sta diffondendo in questi giorni, anche se al momento si è verificata soltanto in una città lombarda,e si tratta di un bollettino precompilato che praticamente arriva direttamente nella cassetta postale della propria abitazione.E’ questo quanto riferito da alcuni cittadini di Varese, Casciago e Arcisate che hanno praticamente raccontato di essere stati vittime di una nuova truffa.

Sostanzialmente,le vittime in questione hanno raccontato di aver ricevuto,come già anticipato nella cassetta della posta un avviso di pagamento dell‘acconto TARI anno 2015, una busta con all’interno dei moduli di Conto Corrente prestampatati, molto ma molto simili a quelli originali che si faceva davvero fatica a capire che si trattata di fax-simili.Il dato che ha fatto scattare l’allarme è stato l’intestazione ovvero, il versamento doveva essere spedito a: “Campanaro-Gestione Rifiuti”. Le vittime, che si sono trovati tali bottini nella cassetta della posta una volta capito che si potesse trattare di una truffa, hanno subito avvisato i Carabinieri, i quali hanno subito diffuso la notizia invitando l’intera popolazione a non non effettuare il versamento richiesto.

“Si avvisa la cittadinanza, come ha già fatto Aspem nei giorni scorsi, che il modello con la precompilazione “acconto Tari anno 2015″ intestato a “Campanaro – Gestione Tributi” è falso”, questo il comunicato diffuso dal Comune di Varese ai cittadini.Il consiglio è quello di controllare bene e molto minuziosamente tutto quello che vi arriva tramite posta, soprattutto non pagate nulla se non siete totalmente convinti e sicuri che non si tratti di una truffa



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *