Di Maio: “Il Reddito di Cittadinanza andrà solo agli italiani”.

Luigi Di Maio, Vice presidente del consiglio, ha confermato che il Reddito di Cittadinanza (cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle) andrà solamente agli italiani..

di maio reddito di cittadinanza italiani

Nonostante le tantissime critiche ricevute in questi mesi da parte degli esponenti di altri partiti politici, che hanno etichettato il Reddito di Cittadinanza come una manovra totalmente inutile per rilanciare l’economia del Paese e favorevole invece per i fannulloni e gli scansafatiche, Di Maio è riuscito a far approvare il pezzo forte del M5S.

Il Vice Presidente è dovuto intervenire per precisare alcuni aspetti relativi alla possibilità di richiesta del Reddito di Cittadinanza da parte degli stranieri che vivono all’interno del nostro Paese «La lungo soggiornanza di cinque anni sarà cambiata e il nostro obiettivo è dare il reddito di cittadinanza agli italiani e ai lungo soggiornanti che abbiano dato un grande contributo al nostro Paese».

L’aiuto partirà, con molta probabilità, dal mese di Aprile e dovrebbe essere suddiviso così: il 53% dei fondi al Sud Italia e il 47% al Nord (di cui solo 1/3 all’interno della regione Lombardia).
La platea è già stata delineata (1,4 milioni di nuclei familiari e 5 milioni di individui, di cui solo un quinto cercherà attivamente lavoro), aiuti da 780 euro al single fino a 1330 euro per i nuclei più numerosi (498 euro in media a soggetto).

Il bonus, che andrà ai cittadini con Isee inferiore a 9360, avrà anche dei limiti che riguarderanno soprattutto il patrimonio mobiliare: in questa maniera il nuovo Reddito di Cittadinanza somiglierà tantissimo al vecchio Reddito di Inclusione, emanato dai governi precedenti, ma avrà degli importi di assegno notevolmente più alti.
Infine vi ricordiamo che il Reddito di Cittadinanza è presente in tutto il mondo (persino in Alaska e in Brasile) e vi consigliamo di visionare periodicamente quest’articolo poichè verrà aggiornato periodicamente con nuovi contenuti .


Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.