Lavorare nel settore dell’Agricoltura: 1000 nuove assunzioni in Italia.

Link Sponsorizzati:

lavoro agricoltura

E’ stato aperto un nuovo bando per giovani da inserire nel settore agricolo tramite il Servizio Civile, in seguito i nuovi progetti SC in Agricoltura Sociale che necessiteranno di 1000 volontari.
Il bando è stato presentato da Maurizio Martina, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e Luigi Bobba, il Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: esso infatti prevede l’inserimento dei giovani nei progetti di Agricoltura Sociale grazie all’intesa raggiunta tra il Servizio Civile Nazionale e il Dipartimento della Gioventù.

Saranno quindi inserite oltre 1000 risorse, compresi i diversamente abili e i soggetti con problemi psichici che potranno essere aiutati nelle proprie terapie anche grazie alla natura.
Grazie a questa iniziativa, come confermato dal Ministro Martina, sarà possibile dare una spinta a queste iniziative che danno lavoro a più di 4000 persone e producono ottimi fatturati che superano i 200 milioni di euro.
Agricoltura Sociale è un progetto che utilizza il settore agricolo per aiutare delle persone svantaggiate a reinserirsi nella società, contemporaneamente producendo dei beni di valore.

I volontari dovranno occuparsi di varie attività, tra cui:

  • l’inserimento lavorativo di persone affette da handicap, problemi psichiatrici, dipendenze da droga o alcool, detenzione o altri problemi
  • formazione di soggetti che hanno difficoltà a trovare lavoro
  • attività di co-terapia per le persone con problemi
  • servizi per bambini e anziani

Il bando ufficiale del concorso non è stato ancora pubblicato, ma non appena sarà reso pubblico provvederemo ad aggiornarvi in questo articolo o in una nuova pagina.
Intanto è possibile consultare la scheda del progetto Mille Giovani del Servizio Civile Nazionale per l’agricoltura sociale.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.