Novità CORONAVIRUS: stop a pagamento mutui, bollette e tasse per famiglie e imprese.

Dopo i provvedimenti e le regole imposte dal Governo nell’ambito dell’emergenza Coronavirus che, si spera, vengano finalmente seguite dal popolo italiano, è in arrivo un nuovo decreto che possa aiutare le famiglie e le imprese in questo momento di gravissima difficoltà.

coronavirus stop tasse

Nel progetto attualmente in discussione, il Governo sta pensando allo stop momentaneo per i mutui, gli interessi ed il pagamento delle tasse locali e delle utenze energetiche. Al lavoro in questo momento vi è il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in collaborazione con la Banca d’Italia: i mutui sarebbero pagati dallo Stato, con anche gli interessi da versare.

Tali interventi governativi rientrerebbero nell’ambito della flessibilità di bilancio accordata dall’Unione Europea per tutte le spese una tantum dovute all’emergenza Coronavirus. Secondo alcuni calcoli, l’Italia dovrebbe investire 7,5 miliardi di euro subito, cui se ne potrebbero aggiungere altri 10 nel corso dei prossimi mesi se l’epidemia dovesse continuare a creare problemi.

Anche l’opposizione, ed in particolare Giorgia Meloni, sono intervenute sull’argomento: “le nuove disposizioni governative ci convincono, ma bisogna intervenire subito anche sul piano economico, con sostegno immediato a tutte le famiglie e le imprese in difficoltà. Chiediamo lo stop dei mutui e delle tasse, e grandi ammortizzatori sociali per i lavoratori autonomi e dipendenti. Siamo disponibili a collaborare con il Governo, non vogliamo perdere tempo e vogliamo dare le risposte a tutti gli italiani”.


Anche Unimpresa, tramite le parole del vice presidente Salvatore Politino, è intervenuta sulla questione: “Gli interventi devono riguardare ora tutta l’Italia e non solo la precedente zona rossa. I mutui vanno sospesi istantaneamente, ma bisogna anche pensare alla liquidità delle famiglie sospendendo pagamenti delle tasse, delle bollette e dei contributi. Va attivata al più presto la cassa integrazione per tutti i settori che sono toccati dall’emergenza sanitaria, le imprese non stanno più incassando e dobbiamo evitare che vadano in fallimento”.

Politino ha poi continuato: “bisogna studiare subito una facilitazione dei prestiti bancari e delle moratorie, va sostenuto il reddito dei lavoratori, non dimenticando i lavoratori autonomi. I liberi professionisti, gli artigiani, i commercianti e in generale tutte le piccole imprese hanno bisogno di sostegno, loro hanno chiuso per favorire la diminuzione del contagio, ma in questo momento non hanno alcuna entrata, e solo spese da sostenere, questo è inaccettabile e bisogna intervenire subito. Stiamo attivando, in collaborazione con l’Abi ed i Governi Regionali, una serie di proposte per intervenire in maniera tempestiva a sostegno delle persone e delle imprese in difficoltà”.

Il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, si è detta d’accordo alle varie proposte sino ad ora descritte, ed ha aggiunto che nelle idee del Governo c’è anche una forma di congedo straordinario per tutte le famiglie che devono restare a casa per dover gestire i figli che non possono andare a scuola. Il Ministro ha poi confermato che in discussione c’è un piano continuato di sospensione del pagamento delle tasse, dei mutui e dei contributi per famiglie ed imprese finchè non sarà passata la grave emergenza coronavirus che sta colpendo il nostro Paese e tutto il mondo.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.