Gli italiani rinunciano al Reddito di Cittadinanza: assegni bassi e troppi controlli.

Il Reddito di Cittadinanza promosso dal Movimento Cinque Stelle ed approvato dal Governo Conte è stata la speranza per moltissimi cittadini e sicuramente tra tutte le discussioni nessuno si sarebbe mai potuto immaginare che a un mese appena dalla sua introduzione vi potessero essere delle persone che rinunciassero al sussidio.

reddito di cittadinanza

Ebbene pare sia proprio quello che sta succedendo, in totale opposizione con le previsioni che secondo alcuni avrebbero portato ad una richiesta di domande superiori alla media e che avrebbero potuto portare al pericolo di non poter soddisfare tutte le richieste a causa dei conti dello Stato.

Invece, in maniera totalmente inaspettata, numerosi “poveri” che hanno richiesto il Reddito di Cittadinanza hanno deciso di tirarsi indietro o di non presentare assolutamente la richiesta a causa dei controlli promessi, soprattutto contro coloro che avrebbero richiesto il sussidio, ma continuando a lavorare in nero.
Sono invece tantissime le persone che hanno deciso di rinunciare al sussidio anche perchè nella maggior parte dei casi l’assegno mensile non raggiunge mai i famigerati 780 euro al mese, un importo che solo pochissimi hanno potuto vedere. Secondo le medie INPS, infatti, l’assegno medio mensile si aggira intorno ai 500 euro, cifra che non soddisfa le speranze di alcuni.


Secondo quanto indicato da alcuni quotidiani, circa 100.000 persone potrebbero richiedere la disdetta del Reddito di Cittadinanza ed i moduli per poter inoltrare tale richiesta saranno disponibili sul sito INPS entro breve. Una delusione che potrebbe essere anche un duro colpo per le prossime elezioni in quanto ad oggi sono già state consegnate 300.000 card del Reddito di Cittadinanza ed è possibile che più del 13% (coloro che hanno ricevuto cifre sotto i 100 euro mensili) possa procedere alla richiesta di disdetta del Reddito di Cittadinanza già nei prossimi giorni.

Per ora nessun commento dal Movimento Cinque Stelle che ha tanto puntato sul Reddito di Cittadinanza nella scorsa campagna elettorale, ma sono annunciate delle modifiche che forse potrebbero cambiare le cose nei prossimi mesi.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/newslavoro.com/htdocs/wp-content/themes/MaxiMagazine/functions.php on line 178