Nuova Zelanda: arrivano 1000 nuovi posti di lavoro anche per italiani.

Link Sponsorizzati:

nuova zelanda lavoro

Se siete interessati ad un’esperienza lavorativa dall’altra parte del mondo questo articolo potrebbe darvi lo spunto che state cercando.
Nella cittadina di Kaitangata, in Nuova Zelanda, sono state rese disponibili 1000 opportunità di lavoro per le quali non sono disponibili candidati, da qui l’idea del sindaco di cercare forza lavoro in tutto il mondo, invitando le persone a trasferirsi nella nuova cittadina nel Paese.

La notizia ha fatto il giro del mondo in pochi giorni, la storia di Kaitangata, meraviglioso paradiso dall’altra parte del mondo, è ormai conosciuta da tutti: numerosi posti di lavoro disponibili, ma non ci sono persone per soddisfarli.
Da qui l’idea degli 800 cittadini del posto: un pacchetto comprensivo di casa e terreno più il posto di lavoro, per cercare di convincere le persone a trasferirsi, ad un prezzo di circa 147.000 euro.

Per quanto riguarda il lavoro, tutti saranno impiegati nelle varie industrie primarie: un’azienda di congelamento e un impianto di trasformazione lattiero casearia che al momento sono costrette a far venire lavoratori da città lontane attraverso un intricato servizio di navette per cercare di continuare la produzione.
Trasferendovi a Kaitangata contribuirete anche ad abbassare il tasso di disoccupazione giovanile che, udite udite, si attesta intorno al 2%, quindi se siete all’opera per soddisfare il vostro sogno di acquistare una casa ed avere un lavoro, la Nuova Zelanda potrebbe fare al caso vostro.

Se siete quindi interessati è possibile richiedere le informazioni direttamente all’indirizzo email info@cluthanz.com oppure sul sito web appositamente aperto per aiutare i cittadini di Kaitangata nella loro iniziativa.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *