Prestiti personali: ecco come riconoscere i tassi usurai

Link Sponsorizzati:

prestito liquidita 27

Chiunque voglia richiedere un prestito personale, sa che per farlo dovrà rivolgersi ad una banca o a qualsiasi altro istituto di credito.Il primo fattore da considerare e tenere ben a mente è il tasso di interesse, che verrà applicato alla somma richiesta, una volta erogato il prestito personale.

I tassi di interesse, possono variare, a seconda del periodo e a seconda anche dell’istituto di credito. Possono verificarsi dei casi in cui il tasso di interesse previsto, superi di gran lunga la media e risulti molto alto, proprio in questi casi, si parla di tasso usuraio. Qualora si verifichi ciò, la legge n 108 del 1996, che regola i tassi di interesse sulle operazioni di finanziamento, sancisce che il tasso non dovrà essere applicato e che l’utente non dovrà accettare proprio il prestito personale, in quanto questo non farebbe altro che incrementare il giro finanziario che va contro la legge stessa.

Ovviamente, dobbiamo tener conto del fatto, che non possiamo essere a conoscenza di tutti i tassi di interesse applicati da banche o istituti di credito che siano, però un rimedio esiste, e consiste nel visionare alcuni dati resi noti ogni tre mesi dalla Banca D’Italia, ovvero i tassi medi ufficiali per quanto concerne i finanziamenti, per distinguere con più facilità i tassi di interessi nella media da quelli usurai. Come ricoscerli? Semplice basterà effettuare soltanto una piccola operazione matematica, ovvero aumentare il tasso di un quarto, a questo bisognerà aggiungere poi altri quattro punti percentuali e la somma che verrà fuori rappresenterà il tasso massimo. Qualora la somma dovesse risultare al di sopra del tasso massimo, vuol dire che si tratterà quasi sicuramente di tasso usuraio. Dunque se avete intenzione di chiedere un prestito personale, vi consigliamo vivamente di informarvi sia sui prestiti personali che sui tassi applicati, e scegliere soprattutto delle società che siano conosciute e reputate serie per non cadere nella trappola di truffatori e approfittatori.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *