Student Act: arrivano borse di studio da 15.000 euro ed esenzione tasse.

Link Sponsorizzati:

soldi-euro

La legge di Stabilità tra i vari provvedimenti ha inserito anche una serie di misure raccolte nello Student Act 2017 che portano alcuni vantaggi a giovani studenti italiani tra cui una totale esenzione per le tasse per alcune classi di studenti e 400 borse di studio da 15.000 euro ognuna per i più talentuosi.
Oltre a tali misure sopraelencate, la legge di Stabilità ha stanziato anche 270 milioni di euro per i dipartimenti universitari migliori, che però saranno erogati solo nel 2018.

Lo Student Act 2017 si aggiunge anche ad alcuni provvedimenti emessi per gli studenti delle scuole superiori come il cosiddetto Bonus Clutura da 500€ per i neo 18enni per l’acquisto di strumenti e libri, oppure alcune esenzioni sulle tasse per i datori di lavoro che assumono neodiplomati degli istituti tecnici.
Lo Student Act 2017 è stato celebrato dal Ministro dell’Istruzione in persona che ha elogiato tutte le misure a favore degli studenti, parlando di quasi 1 miliardo di euro destinati alla ricerca dopo anni di tagli e di sprechi. Gli aiuti saranno quindi destinati a tutti i giovani studenti italiani che spesso a causa di problemi economici familiari sono costretti a rinunciare agli studi universitari.

Per quanto riguarda la parte relativa alla cosiddetta “No Tax Area” ovvero l’esenzione totale per le tasse universitarie, introdotta nel prossimo Student Act 2017, essa riguarderà tutte le famiglie con un ISEE non superiore ai 13.000 euro e porterà ad una totale esenzione per le tasse di immatricolazione, una norma mirata per cercare di contrastare il fenomeno delle immatricolazioni in calo totale, in modo da permettere a tutte le famiglie, anche in totale crisi economica, di poter permettere ai figli di continuare gli studi.

Per poter mantenere l’esenzione totale per le tasse universitarie, gli studenti dovranno però dimostrarsi meritevoli guadagnando ogni anno un determinato numero di crediti superando gli esami.
Per le famiglie con un ISEE superiore ai 13.000 euro, ma inferiore ai 25.000 euro sono previsti degli sconti sulle tasse studiati in maniera proporzionale al reddito (secondo le prime indiscrezioni si dovrebbe pagare intorno all’8%).
Per quanto riguarda invece le Borse di Studio da 15.000 euro esse sono state studiate soprattutto per gli studenti fuori sede, al fine di permettere loro di pagare università, vitto e alloggio, facendo in modo di premiare i più meritevoli che saranno scelti in base al totale percorso scolastico delle scuole superiori.

Sarà indetto quindi un bando che sarà aperto a tutti gli studenti che rispetteranno i requisiti elencati e che non hanno un ISEE superiore a 20.000 euro, e in base ai punteggi e ai voti degli ultimi 3 anni scolastici, sarà stilata la graduatoria per poter assegnare le borse di studio.
Il Bonus Cultura, invece, erogherà 500 euro a tutti gli studenti che compiranno 18 anni nel 2016 e successivamente nel 2017 al fine di poter acquistare materiale destinato all’uso scolastico e culturale.
Sui fondi stanziati per il prossimo anno ai dipartimenti universitari meritevoli non si hanno ancora notizie precise ma si sa che dovranno essere utilizzati per assumere ricercatori di tipo B o nuovi professori al fine di migliorare la qualità dell’università stessa.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *