Concorso Pubblico nella Scuola: arrivano 14.000 nuove assunzioni.

E’ stato pubblicato un decreto da parte del MIUR che da l’ok alle Università per la pubblicazione dei bandi di concorso. Secondo quanto indicato nel decreto, saranno 14.000 i posti che permetteranno l’accesso ai corsi che porteranno a conseguire l’idoneità al ruolo.

lavoro bidella classe

Il Decreto è stato ufficializzato direttamente dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, che ha spiegato come saranno attivati i vari percorsi formativi per diventare Insegnanti di Sostegno e come conseguire la specializzazione per le Scuole d’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado.

Le Università sono quindi state autorizzate per bandire un totale di 14.224 posti come direttamente spiegato nel Decreto Miur 8 febbraio 2019 n.92 che aggiorna quindi i “Criteri e Modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno”.
Saranno quindi i vari Atenei ad organizzare le prove di accesso e i corsi dovranno tassativamente terminare entro il Febbraio del 2020. Vi pubblichiamo di seguito l’esatta suddivisione dei posti disponibili per Regione:

  • Abruzzo
    – n. 250 posti, Università dell’Aquila;
  • Basilicata
    – n. 200 posti, Università della Basilicata – Potenza;
  • Calabria
    – n. 950 posti, Università della Calabria;
    – n. 200 posti, Università Mediterranea di Reggio Calabria;
  • Campania
    – n. 1000 posti, Università Suor Orsola Benincasa;
    – n. 460 posti, Università di Salerno;
  • Emilia Romagna
    – n. 220 posti, Università di Bologna;
    – n. 100 posti, Università di Modena;
  • Friuli Venezia Giulia
    – n. 230 posti, Università di Udine;
  • Lazio
    – n. 455 posti, Università Studi Internazionali di Roma – UNINT;
    – n. 200 posti, Libera Università;
    – n. 300 posti, Maria SS Assunta Università di Roma Tre;
    – n. 340 posti, Università Europea di Roma;
    – n. 300 posti, Roma – Istituto Scienze motorie;
    – n. 150 posti, Università degli studi di Roma Tor Vergata;
    – n. 130 posti, Università della Tuscia;
    – n. 600 posti, Università di Cassino e Lazio Meridionale;
  • Liguria
    – n. 260 posti, Università di Genova;
  • Lombardia
    – n. 300 posti, Università di Bergamo;
    – n. 330 posti, Università Milano Bicocca;
    – n. 400 posti, Università Cattolica Sacro Cuore;
  • Marche
    – n. 880 posti, Università di Macerata;
    – n. 480 posti, Università di Urbino;
  • Molise
    – n. 370 posti, Università Campobasso – Molise;
  • Piemonte
    – n. 200 posti, Università di Torino;
  • Puglia
    – n. 440 posti, Università di Bari;
    – n. 600 posti, Università di Foggia;
    – n. 200 posti, Università del Salento;
  • Sardegna
    – n. 240 posti, Università di Cagliari;
    – n. 150 posti, Università di Sassari;
  • Sicilia
    – n. 300 posti, Università di Catania;
    – n. 290 posti, Università Kore di Enna;
    – n. 461 posti, Università di Messina;
    – n. 440 posti, Università di Palermo;
  • Toscana
    – n. 168 posti, Università di Firenze;
    – n. 200 posti, Università di Pisa;
    – n. 250 posi, Università di Siena;
  • Trentino
    – n. 110 posti, Università di Trento;
  • Umbria
    – n. 220 posti, Università di Perugia;
  • Veneto
    – n. 350 posti, Università di Verona;
    – n. 500 posti, Università di Padova.

Come Candidarsi:

Prima di procedere, bisognerà attendere tutti i bandi di concorso che saranno pubblicati dalle varie Università, invitandovi a consultare i siti ufficiali dei vari Atenei. Per qualsiasi informazione vi mettiamo a disposizione il testo integrale del Decreto Miur.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).


Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.