Contributo Affitto 2018: sino a 8000 euro erogati dallo Stato.

Link Sponsorizzati:

Contributo Affitto 2018: sino a 8000 euro erogati dallo Stato.

contributo di 8000 euro affitto

Nella nuova era italiana di sussidi, aiuti e fondi per le famiglie in difficoltà, è presente anche il Contributo Affitto 2018, un sussidio straordinario che sarà erogato a tutte le famiglie che sono sotto sfratto e non riescono a pagare l’affitto della propria casa.
Il sussidio sarà erogato attraverso un Fondo Morosità Incolpevole, ma come tutti gli aiuti statali, per potervi accedere bisognerà rispettare una serie di requisiti assolutamente insindacabili:

  • ISEE familiare 2017 non sopra i 26.000 euro
  • assoluta assenza di proprietà immobiliari all’interno della famiglia nella stessa provincia della casa per la quale si chiede il Contributo Affitto 2017
  • avere già ricevuto la notifica di sfratto per una casa il cui contratto di affitto è regolarmente depositato
  • la casa protagonista non dev’essere di lusso
  • residenza da almeno un anno nella casa per la quale si chiede il Contributo Affitto 2018
  • possesso della cittadinanza italiana o dell’Unione Europea, oppure straniera se in possesso di un regolare permesso di soggiorno
  • tra i criteri preferenziali per l’assegnazione del sussidio vi sono la presenza di un invalido almeno al 74%, un anziano over 70, un minore oppure un familiare a carico dei servizi sociali o ASL

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che, come specificato in tante altre testate giornalistiche e siti web, l’ISEE familiare può variare da comune a comune.

Come Ottenere il Bonus:

Al fine di ottenere questo fantastico bonus messo a disposizione dallo Stato, ricordiamo a tutti gli utenti che la domanda per il Contributo Affitto 2018 va presentata direttamente presso il proprio Comune di Residenza.
Se questo contributo non è di vostro interesse, potete verificare tantissimi altri bonus presenti sul nostro sito: bonus donne disoccupate, Reddito di Inclusione 2018 e il Rimborso della bolletta elettrica.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *