Novità Reddito di Cittadinanza: obbligatorio accettare il lavoro solo per salari sopra 858 euro.

Sono ancora tante le domande che riguardano il Reddito di Cittadinanza: la più frequente riguardava il famoso lavoro da accettare se offerto dal Centro per l’Impiego, in quanto alcuni lavori non arrivano alla cifra che invece offre il Reddito di Cittadinanza, ovvero i famosi 780 euro mensili.

reddito di cittadinanza

E’ arrivato un chiarimento in tal senso, tutti coloro che percepiranno il Reddito di Cittadinanza dovranno accettare l’offerta di lavoro proposta solo se il salario offerto è di almeno 858 euro al mese. Questo è quanto è stato sancito dal cosiddetto “decretone” che è stato ufficializzato dalla commissione Lavoro del Senato.

E’ stato chiarito anche un altro punto importantissimo come richiesto dal Garante della Privacy: lo Stato non potrà controllare le spese fatte dal cittadino tramite la carta del Reddito di Cittadinanza, potrà invece monitorare il saldo mensile delle spese e degli eventuali prelievi della carta del reddito.
Sono state inserite inoltre delle enormi sanzioni ai datori di lavoro che impiegheranno persone che percepiscono il Reddito di Cittadinanza magari in nero e sono state rese un po’ più difficili le pratiche affinchè gli stranieri possano percepire il Reddito di Cittadinanza.

Ulteriori Info:

Intanto ottime novità anche dal fronte della Quota 100: ad oggi sono arrivate 63.414 richieste divise per 47.084 uomini e 16.330 donne. Quasi la metà delle richieste arrivano da persone che hanno già compiuto 63 anni, mentre circa 21 mila richieste arrivano da persone che hanno meno di 63 anni. La città dove si contano più richieste è Roma con 4.752 richieste, mentre è Napoli la città che occupa il secondo posto con 2.953 richieste mentre Milano è al terzo posto con 2.476 richieste.


Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.