ENI, ENEL e altre 5 società multate di 6 milioni di euro per attivazioni non richieste.

Link Sponsorizzati:

antitrust multa

Al giorno d’oggi, grazie all’introduzione del Mercato Libero all’interno del panorama del gas e dell’energia, è possibile risparmiare centinaia di euro su assicurazioni auto, moto, telefonia ma soprattutto sulle bollette di energia elettrica e gas.

Proprio a proposito di ciò, vogliamo portarvi a conoscenza di una vicenda che riguarda diverse aziende che operano in questo settore e che sono state pesantemente multate dall’Antitrust: Enel Energia(sanzione di 2,15 milioni), Eni (2,1 milioni), Acea Energia (600mila euro),Hera Comm (366mila), Gdf Suez
Energie (200mila), Green Network (340mila) e Beetwin (320mila euro).

L’accusa principale è quella dell’offerta e dell’attivazione non voluta di contratti a distanza che riguardano proprio il mercato libero e che, secondo le autorità, sarebbero stati effettuati attraverso la rete degli agenti porta-a-porta e attraverso il canale telefonico (il cosiddetto teleselling).
Per via delle innumerevoli segnalazioni effettuate da migliaia di clienti, l’Antitrust in collaborazione con la Guardia di Finanza si è impossessata di tutti i documenti necessari per poter concludere le indagini.

Secondo le ultime affermazioni dell’Antitrust, queste note aziende avrebbero alterato “in maniera considerevole la libertà di scelta dei consumatori, adottando procedure di contrattualizzazione in violazione del Codice del Consumo. Queste pratiche sfruttavano il contesto di asimmetria informativa in cui avvengono le scelte dei consumatori, a causa della complessità intrinseca delle offerte commerciali di energia elettrica e gas naturale nel mercato libero”.
Il consiglio che vi diamo è quello di stipulare i contratti via web e, soprattutto, attraverso i canali ufficiali delle varie società (come ad esempio il sito web).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *